Sport

Elvira Bello: la calciatrice di Padova esclusa dalla squadra per i post razzisti

elvira bello

Elvira Bello, trentasettenne padovana presidente di un circolo locale di Fratelli d’Italia, è stata estromessa per la sua militanza politica dal Quadrato Meticcio, formazione femminile di calcio a 5 che fa riferimento a un’associazione sportiva dilettantistica che si fonda sull’antirazzismo, l’inclusione e l’accoglienza.

Elvira Bello: la calciatrice di Padova esclusa dalla squadra

Secondo l’«accusa», la Bello ha condiviso alcuni post contro i migranti  sul suo profilo Facebook. Oltre ai post razzisti, Elvira Bello aveva messo anche diversi like a una pagina con frasi di Mussolini. «Sono incredula — ha commentato Elvira Bello — politica e sport nulla hanno a che vedere». Ma non è questo invece il pensiero dell’associazione “Quadrato Meticcio”, la quale ritiene invece che le scelte politiche condivise dalla giocatrice siano incompatibili «con i valori etici dell’associazione, oltre che con quelli del Coni».  Il presidente di “Quadrato Meticcio”, Mattia Boscaro, ha precisato che «una decisione definitiva in merito all’esclusione non è stata ancora presa».

elvira bello 1

Tra questi, poi cancellati, c’è un post, racconta il Corriere, in cui vorrebbe puntare una pistola contro un immigrato che rompe i tergicristalli di un tram a Milano, uno che inneggia alle armi e uno contenente una frase di Mussolini.

elvira bello 2

Nei commenti alla vicenda sul suo profilo ieri però c’era anche chi le diceva che doveva essere espulsa anche da Fratelli d’Italia visto che voleva giocare in quella squadra. E c’è anche chi la accusa di aver cancellato commenti in cui si raccontavano i post poi eliminati:

elvira bello 3

Questo è lo status di Quadrato Meticcio sulla vicenda:

quadrato meticcio

Leggi anche: Così Lamorgese asfalta Salvini sulle circolari di ridistribuzione immigrati in Umbria