Opinioni

L'elicottero del 118 precipitato a Campo Felice: tutti morti i sei a bordo

elicottero 118 precipitato capo felice

Un elicottero del 118 è precipitato nell’aquilano, tra il capoluogo e Campo Felice. L’elicottero sarebbe precipitato da un’altezza di 600 metri. Secondo Terre Marsicane ci sono sei persone a bordo:

I soccorritori di varie forze dell’ordine si stanno recando sul posto.
L’elisoccorso ha recuperato un ferito agli impianti e per via della nebbia ha avuto difficoltà a rimettersi in volo.
Non è chiaro quanto accaduto ma pare che l’elicottero abbia perso i contatti durante il volo. C’è chi dice che si sia sentito un forte rumore, un forte schianto.
A bordo ci sono sei persone, due dell’equipaggio, tre sanitari e il ferito, presumibilmente uno sciatore.

L’elicottero caduto è stato avvistato in località Vecchia Miniera, ad alcuni chilometri da Campo Felice. Lo dicono fonti sanitarie, che non si pronunciano sullo stato di salute dell’equipaggio. L’elicottero è stato individuato e localizzato in un canalone nei pressi di Casamaina. I soccorritori sono a 500 metri di distanza dal velivolo, che si trova più in basso rispetto alla loro posizione, in un canalone, e stanno cercando di raggiungerlo. L’elicottero è distrutto. “I soccorsi sono arrivati, si vede solo una macchia nera – riferisce – ma non è una bella situazione a vedersi”, dice Mauro Cordeschi, direttore degli impianti di Campo Imperatore, che ha raggiunto la zona coi soccorsi, all’agenzia di stampa ANSA. Ci sarebbero dei morti. L’agenzia di stampa AGI scrive i sei a bordo dell’elicottero sono tutti morti.
elicottero 118 campo felice
Sul luogo della tragedia si stanno recando squadre del SAR delle forze armate che sono sul posto in questi gironi per contribuire ai soccorsi alle popolazioni colpite dal maltempo. I rottami del velivolo – un AW 139 – sono stati localizzati in un canalone nei pressi di Casamaina, in territorio di Lucoli. Le vittime sono i cinque componenti dell’equipaggio e lo stesso sciatore che era stato soccorso e portato a bordo. L’incidente mentre l’elicottero era sulla via del ritorno, diretto all’ospedale di L’Aquila dove era previsto il trasferimento dello sciatore soccorso. Alcuni dei soccorritori hanno cominciato la discesa con delle barelle e da quanto appreso dovrebbero portare a valle i primi corpi dei deceduti nell’incidente. Da capire se completamente a piedi o servendosi del gatto delle nevi che, al momento è fermo a metà strada, tra la piana e il luogo dell’incidente perché non riesce a salire oltre quella quota. ( Ancora tutte da accertare le cause della tragedia. Sembrerebbe che il velivolo sia precipitato da un’altezza di 600 metri, forse perche’ finito contro un cavo sospeso oppure per un guasto meccanico. In zona c’era fitta nebbia e anche questo potrebbe aver avuto un ruolo chiave nell’accaduto. Si parla di un forte boato, ma questo potrebbe essere stato conseguenza dell’impatto contro il suolo. Sul posto stanno convergendo, sci ai piedi, diverse squadre di soccorritori, compreso un gruppo di quelli che in questi giorni sono impegnati nelle ricerche all’hotel Rigopiano, a Farindola. In supporto anche maestri di sci di Campo Felice.

Era un normale volo di soccorso quello dell’elicottero del 118 caduto in Abruzzo nei pressi di Campo Felice. Il velivolo non era infatti impegnato né per l’emergenza maltempo né per quella relativa al terremoto. Non faceva inoltre parte degli elicotteri che in questi giorni sono impegnati sulla valanga che ha travolto l’hotel Rigopiano. L’elicottero del 118 – un Aw 139 – sarebbe scomparso dai radar in provincia de L’Aquila. Secondo le prime informazioni, il velivolo avrebbe lanciato il segnale di crash mentre si trovava in località Casamaina, nel comune di Lucoli, nei pressi della piana di Campo Felice. Alcuni testimoni dicono di aver sentito un boato. Il cielo a Campo Felice, dove è caduto l’elicottero del 118 in fase di soccorso per un incidente sulle piste di sci, è coperto. Il vento è moderato e la temperatura tra -2 e un grado. Secondo quanto si è appreso a Rocca di Cambio che è il paese sede della stazione sciistica Campo Felice delle squadre di soccorso sarebbero partite ma per la nebbia ancora non sarebbero riuscite a localizzare il velivolo. L’Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo ha aperto un’inchiesta sulla vicenda dell’elicottero caduto nei pressi del laghetto di Campo Felice, nell’aquilano. L’Agenzia – che ha competenza specifica sugli incidenti aerei – ha già disposto l’invio di un proprio ispettore sul luogo dell’incidente.

elicottero 118 campo felice 1
L’elicottero del 118 caduto a Campo Felice: foto da Emergenza24 su Twitter

L’incidente è avvenuto in una zona fortemente innevata e montuosa a circa 1600 metri di quota in corrispondenza del km 14 della strada statale 696. Sul posto ci sono autopattuglie della Polizia, dei Carabinieri, numerosi mezzi dell’esercito tra cui anche un “bruco”, autoambulanze, mezzi dell’Anas che contribuiscono a tenere la strada pulita. Il luogo si trova a poche centinaia di metri dall’Hotel La Vecchia Miniera.L’elicottero del 118 caduto nelle vicinanze di Campo Felice stava trasportando all’ospedale de L’Aquila uno sciatore rimasto ferito sulle piste della stazione invernale. Sul posto anche il soccorso alpino della guardia di finanza del capoluogo. Il velivolo sarebbe precipitato poco dopo il decollo, dalle parti del rifugio Alantino. Si è alzato dalla base di Rieti l’elicottero dell’Aeronautica Militare HH212 per il soccorso del mezzo del 118 precipitato a Campo Felice dopo aver soccorso uno sciatore. Il mezzo militare è del 9/o Stormo di stanza a Grazzanise   Campo Felice, dove oggi è caduto un elicottero del 118 in fase di soccorso per uno sciatore ferito, è una delle stazioni sciistica più frequentate dai romani, insieme al Terminillo. Presa d’assalto, specialmente nel week end, dagli appassionati di sci, ha numerosi impianti di risalita(9 seggiovie e 2 sciovie) per una portata complessiva di 19 mila persone l’ora. La stazione si trova al centro di un’area contornata da cime alte più di 2 mila metri.
elicottero 118 campo felice 2
Sono 380 i cannoni in grado di innevare gli oltre 20 km di piste in caso di mancato innevamento naturale. Proprio perché frequentata da famiglie la stazione sciistica dell’Abruzzo ha numerose piste dedicate ai bambini, con spazi adatti per imparare a sciare. Proprio ieri sulle piste si era tenuta una gara di sci interregionale. Il paese più vicino a Campo Felice è Rocca di Cambio, 1434 metri sul livello del mare, il comune più alto dell’Appennino, situato sull’Altopiano delle Rocche. Fino a 50 anni fa la zona viveva di agricoltura e piccoli allevamenti, poi il turismo ha rivalutato l’area e garantito un’inversione di tendenza all’economia locale. Oggi Rocca di Cambio, 478 abitanti, è un centro turistico molto frequentato anche d’estate e sono numerosi i romani che hanno costruito qui le loro ‘seconde case’.