Economia

E i tedeschi comprano gli aeroporti della Grecia

Il governo greco ha approvato la cessione di 14 aeroporti regionali alla società tedesca Fraport per 1,23 miliardi di euro, secondo quanto pubblicato nella Gazzetta Ufficiale ellenica. Si tratta della prima privatizzazione completata da quando Atene ha raggiunto l’accordo con i creditori sul terzo piano di salvataggio.
 
E I TEDESCHI COMPRANO 14 AEROPORTI DELLA GRECIA
I 14 aeroporti regionali le cui attività sono state rilevate dalla Fraport sono quelli di Salonicco, Corfù, Chania (Creta), Cefalonia, Zante, Aktion, Kavala, Rodi, Kos, Samos, Mytilini, Mykonos, Santorini e Skiathos. La privatizzazione degli aeroporti regionali greci era stata inclusa nel memorandum d’intesa che il governo di Atene ha concordato con i suoi creditori internazionali, al fine di ottenere un nuovo programma di salvataggio triennale del valore di circa 86 miliardi di euro. Questa è la prima privatizzazione attuata dal governo del premier Alexis Tsipras da quando Syriza ha vinto le elezioni a gennaio. Nel novembre dell’anno scorso la Fraport fu dichiarata “investitore privilegiato” per la locazione e la gestione di 14 aeroporti regionali in collaborazione con il gigante energetico greco Copelouzos. La conclusione dell’accordo venne però bloccata a causa del cambio di governo lo scorso gennaio, quando le autorità elleniche dissero di voler riesaminare i termini del contratto.