Economia

DL Fisco, niente multe ai commercianti senza POS

gualtieri flat tax stop - 3

Stop alle multe per i commercianti senza POS, le sanzioni per i seggiolini antiabbandono slittano a marzo, la scadenza del 730 rinviata a settembre, l’iva sugli assorbenti ecologici è al 5%. Queste sono alcune delle misure approvate dalla Commissione Finanze alla Camera che cambieranno il DL Fisco allegato alla Legge di Bilancio 2020. “Abbiamo appena approvato l’abrogazione delle sanzioni per i commercianti che non hanno il Pos per i pagamenti con carte di credito/debito”, ha affermato il sottosegretario al MEF, Alessio Villarosa, in un post su Instagram e Facebook registrato a margine dei lavori della Commissione. “Come promesso non c’è il protocollo per ridurre i costi delle transazioni alle imprese? E allora non ci saranno neanche le sanzioni a chi non ha il Pos, ogni promessa è debito”, ha concluso.

dl fisco 1

Intanto l’Iva passa dal 22% al 5% per gli assorbenti compostabili o lavabili. In arrivo anche 180 milioni di euro per gli straordinari delle forze di polizia e dei Vigili del fuoco: la norma riguarda compensi non ancora liquidati e riferiti a prima del 2019. Per le forze di polizia vengono stanziati 175 milioni mentre cinque milioni vengono stanziati per i Vigili del fuoco.

dl fisco 2

Si prevede anche l’Iva al 4% per l’acquisto di auto ibride ed elettriche da parte di persone con disabilità. In più la commissione finanze della Camera ha approvato un emendamento che riscrive il calendario fiscale, con la scadenza del 730 che passa dal 23 luglio al 30 settembre. Cresce anche la platea dei contribuenti che possono usare il 730: oltre ai dipendenti e ai pensionati, possono presentarlo anche i titolari di redditi assimilati a quello di lavoro dipendente e i titolari di redditi di lavoro autonomo occasionale. La commissione Finanze della Camera ha approvato un emendamento al dl Fisco che rinvia al 6 marzo le multe per chi non si adegui alle nuove norme sui seggiolini auto per i bambini e fa salire da uno a 5 milioni gli stanziamenti previsti nel 2020 per le agevolazioni sotto forma di credito di imposta. E ha aumentato anche l’indennità dei sindaci dei comuni fino a 3 mila abitanti, arrivando all’85% di quella spettante ai primi cittadini dei comuni con popolazione fino a 5 mila abitanti: in base al calcolo di alcuni componenti della commissione Finanze della Camera, la cifra crescerebbe quindi a circa 1.400 euro netti. E’ quanto prevede un emendamento approvato all’unanimità dalla commissione. Infine dal 2020 si potrà detrarre fino a 250 euro (il 50% di una spesa massima di 500 euro) “per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale moto airbag”. Vengono stanziati a questo proposito fino a 30 milioni di euro l’anno.

Leggi anche: Dopo tre mesi di Lamorgese l’accordo di Malta sui migranti funziona (e Salvini non parla più)