Rassegna Stampa

La lite con Emiliano e le dimissioni: Lopalco non è più Assessore alla Sanità in Puglia

Il governatore gli ha chiesto di ripensarci, ma l’epidemiologo non ne ha alcuna intenzione

Lopalco

Un nuovo terremoto scuote la giunta pugliese. Dopo una serie di discussioni e accusa, Pier Luigi Lopalco ha comunicato la sua intenzione di dimettersi dal ruolo di Assessore alla Sanità della Regione. Una lite con il governatore Michele Emiliano su temi politici, ma anche tecnici sulle competenze e il ruolo interno. Il Presidente della Regione Puglia avrebbe chiesto al medico di ripensarci, ma il tentativo di ricucire il rapporto politico sembra essere fallito con la decisione irreversibile presa dall’epidemiologo.

Lopalco si dimette da Assessore alla Sanità in Puglia

Secondo quanto riporta Repubblica Bari, il professore contesta a Emiliano il fatto di averlo scavalcato nei suoi rapporti con le Asl e i vari dislocamenti della agenzie sanitarie sparse sul territorio. Ma, addirittura, Lopalco sostiene che il governatore ostacoli anche i suoi rapporti interni con i membri dell’ufficio dell’assessorato alla Sanità pugliese. Insomma, alla fine la situazione è deflagrata. Nel peggiore dei modi, ma i precedenti degli ultimi mesi non potevano che portare a una decisione simile, con un rapporto che si è lentamente logorato. Fino alla rottura definitiva.

“L’addio di Lopalco non suona come una scossa improvvisa. Da tempo si parlava di un raffreddamento dei rapporti con il Governatore e della non condivisione di alcune scelte: Lopalco, per esempio, non è voluto entrare in nessuna delle scelte e decisioni sull’ospedale di emergenza realizzato alla Fiera del Levante”.

E la decisione di Lopalco sembra essere definitiva e non prevede ripensamenti dell’ultima ora. L’addio all’assessorato – che gli è stato assegnato dopo aver conquistato oltre 14.500 preferenze alle ultime elezioni Regionali – è maturo, ma non l’addio alla politica. Forte di quell’elevato numero di voti ricevuti nel corso dell’ultima tornata elettorale, l’epidemiologo resterà seduto tra gli scranni del consiglio regionale. Ma lo farà fuori dalla squadra che sostiene il governatore.

(foto: da L’Aria che Tira, La7)