Politica

Così Di Maio nomina il suo ex fedelissimo in ANPAL prima di traslocare agli Esteri

Giovanni Capizzuto, ex capo della segreteria tecnica di Luigi Di Maio al ministero del Lavoro,è diventato per il prossimo triennio consigliere di amministrazione di ANPAL

selezione navigator come si diventa anpal reddito cittadinanza - 1

Pasquale Napoletano sul Giornale di oggi racconta una storia curiosa che riguarda Giovanni Capizzuto, ex capo della segreteria tecnica di Luigi Di Maio al ministero del Lavoro, che è diventato per il prossimo triennio consigliere di amministrazione di ANPAL, ovvero dell’Agenzia Nazionale delle Politiche Attive sul Lavoro, ente che ricadeva all’epoca sotto il controllo del suo ministero.

Così Di Maio nomina il suo ex fedelissimo in ANPAL prima di traslocare agli Esteri

La cosa curiosa è che la nomina è arrivata il 3 settembre 2019, ovvero due giorni prima del giuramento come ministro degli Esteri davanti a Mattarella. E che Capizzuto non sembra un esperto di politiche attive del lavoro:

Un capolavoro: due giorni prima di traslocare alla Farnesina, il navigator Di Maio riesce a salvare dal dramma della disoccupazione il suo ex consulente. Il curriculum di Capizzuto non fa sognare: oltre all’esperienza al ministero del Lavoro (compenso di122mila euro l’anno) è stato collaboratore parlamentare di Francesco D’Uva, ex capogruppo dei Cinque stelle, promosso Questore della Camera dei Deputati.

luigi di maio giovanni capizzuto

All’Anpal Capizzuto (grazie al blitz di Di Maio) resterà per tre anni. E quella poltrona nessuno potrà toglierla. Al ministero del Lavoro, con l’arrivo del nuovo ministro Nunzia Catalfo, l’incarico di capo della segreteria tecnica è in bilico. Sul sito istituzionale il nome di Capizzuto non è stato depennato. Ma pare che il neoministro non voglia avvalersi del prezioso supporto dell’ex staffista di Di Maio. All’Anpal, Capizzuto troverà il professore Mimmo Parisi, presidente dell’Agenzia, nominato sempre da Di Maio.

Chi invece resterà al ministero del Lavoro è il napoletano Luigi Falco, ex addetto stampa di Di Maio.E un altro napoletano non si muoverà dal ministero dello
Sviluppo economico: Enrico Esposito, collega dell’Università di Di Maio, continuerà a coordinare l’ufficio legislativo di Stefano Patuanelli. Da definire invece il nuovo ruolo di Dario De Falco, braccio destro del capo politico dei Cinque stelle e perno nel Conte 1 nella struttura amministrativa di Palazzo Chigi.

Leggi anche: Ops: la storia di Salvini sul detenuto che ha preso a morsi l’orecchio di un agente non era vera