Attualità

Di Maio al liceo Imbriani di Pomigliano «apre» alla contestazione

Dopo le minacce di contestazioni disciplinari da parte del preside, il ministro dice che non ha problemi ad ascoltare gli studenti. E il dirigente fa marcia indietro

di maio contestazione liceo imbriani

Ieri Luigi Di Maio ha parlato della sua visita in programma per oggi al Liceo Classico Vittorio Imbriani di Pomigliano d’Arco (sua ex scuola superiore) e anche del curioso tentativo del preside di evitare le eventuali contestazioni al vicepremier e bisministro minacciando note in pagella con conseguenti rischi di essere rimandati in tutte le materie: «Non vado di solito nelle scuole dove si mette il bavaglio ai ragazzi, voglio ascoltare sempre le loro ragioni», ha affermato il ministro, “aprendo” così alla contestazione degli studenti e smentendo il preside. Il Consiglio Nazionale dei Presidenti di Consulta degli studenti ha invitato ieri al boicottaggio della visita: «Lancio l’appello alle studentesse e agli studenti con cui ho frequentato la scuola a Pomigliano (e non) di boicottare la premiazione perché una Eccellenza che davvero è tale non ha bisogno di farselo riconoscere davanti a Di Maio. L’opportunità per distinguere l’arrivista da colui nella vita già a 20 anni o meno, può vantare di essersi sudato qualcosa in un territorio che rende tutto difficile».

di maio liceo imbriani

Maurizia Di Buono, rappresentante degli studenti, nei giorni scorsi era stata chiarissima: «Ci hanno impedito di esprimerci, altrimenti ne pagheremo le conseguenze, ci abbassano i voti, dicono. E la libertà degli studenti? Dov’è il diritto di opinione?». Il preside del liceo classico e scientifico «Vittorio Imbriani» di Pomigliano, Domenico Toscano, ha fatto una parziale marcia indietro: «Non ho mai detto che non si può dissentire dal vicepremier, ho solo invitato tutti a farlo nelle forme e nei modi più corretti possibili. Urla, parolacce e altre cose simili non sono consentiti. I ragazzi potrebbero, ad esempio, preparare un loro documento da consegnare a Di Maio. So che, comunque, ha intenzione di ascoltare le loro ragioni».

Leggi sull’argomento: Vietato contestare Di Maio nel suo liceo