Attualità

De Magistris in tv mentre Napoli andava a ferro e fuoco

Il sindaco di Napoli De Magistris invece di abbandonare lo studio di ‘Titolo V’ su Raitre, anche su sollecitazione di Lucia Annunziata si è limitato a rispondere con flemma olimpica: “Sì, posso pure andare, ma non è che posso andare dentro a uno scontro in questo momento, io starei un attimo più attento a capire che sta succedendo. Ma ora cosa devo fare?”

de magistris tv scontri napoli

“Sì, posso pure andare, ma non è che posso andare dentro a uno scontro in questo momento, io starei un attimo più attento a capire che sta succedendo. Ma ora cosa devo fare?”: così il sindaco di Napoli Luigi De Magistris che ieri sera era tra gli ospiti della trasmissione ‘Titolo V’ su Raitre ha risposto a Lucia Annunziata che gli chiedeva se non sarebbe stato meglio che abbandonasse lo studio per seguire la situazione nella sua città: ieri sera Napoli è stata il palcoscenico di una guerriglia urbana che non ha risparmiato neanche la polizia, con le auto aggredite dai manifestanti.

La flemma del sindaco non è piaciuta ai cittadini napoletani; anche senza infilarsi in mezzo agli scontri sarebbe stato opportuno non restare in studio ma seguire da vicino gli eventi:

Leggi anche: Forza Nuova e la guerriglia contro il lockdown: “Da Napoli è partita la rivolta ora tutte le città devono gridare libertà”