Politica

Le priorità di Daniela Santanché: un aeroporto a Cortina per evitare il "calvario" per arrivarci

neXt quotidiano|

santanchè green pass no vax fauci covid

All’Hotel Cristallo di Cortina d’Ampezzo Daniela Santanchè partecipa a un evento organizzato dalla marca di gioielli Pomellato. Tra un buffet e un’occhiata alle Alpi, insieme al suo compagno Dimitri Kunz D’Asburgo, la senatrice di Fratelli d’Italia ha avuto modo di farsi portavoce di un profondo disagio che accompagna quelli che – come lei – sono frequentatori abituali della zona.

Le priorità di Daniela Santanché: un aeroporto a Cortina per evitare il “calvario” per arrivarci

“Serve un aeroporto a Cortina – ha dichiarato, come riporta Il Messaggero – come esiste nelle più importanti località sciistiche estere dell’arco alpino, qui ci sono le montagne più belle cui sono molto legata e dove mi sento a casa, auspico che i lavori di sistemazione della statale che porta a Cortina possano subire un’accelerazione e che non si perda questa occasione per completarli, non manca poi tanto alle Olimpiadi 2026. Certo che oggi è ancora un calvario la strada per Cortina”. Insieme a Milano, infatti, la città ospiterà i Giochi invernali tra quattro anni. Santanchè si è anche lasciata andare ad altre riflessioni: “Per un politico tanto più se ambisce a ruoli di premier è fondamentale conoscere il territorio e ogni mezzo va bene e potrei farlo in futuro”. E su come si può ripopolare la zona montuosa: “Penso allo spreco del reddito di cittadinanza dato anche a persone che non lo meritavano e che non incentiva per nulla il lavoro, sono risorse che andrebbero destinate in questo momento di rincaro bollette invece a aziende e famiglie nei territori più svantaggiarti per contrastare lo spopolamento”.