Politica

Il vaffa del deputato Dall’Osso alla Camera

matteo dall'osso

“Ma come, per anni non ci avete cagato di striscio e ora che c’è un po’ di attenzione avete da criticare? Ma andatevene un po’ affanculo…”. Questa la frase di Matteo Dall’Osso che accende improvvisamente il dibattito in Aula alla Camera sul dl per il riordino dei ministeri.

Il vaffa del deputato Dall’Osso alla Camera

Tutto muove dai riferimenti all’introduzione del dicastero per Famiglia e disabili, che da diversi esponenti delle opposizioni viene giudicato, in sostanza, un’ulteriore forma di discriminazione. Poco dopo prende la parola il deputato M5s, affetto da sclerosi multipla. È sua la ‘sparata’ che poi da’ fuoco alle polveri, con le vive proteste dai banchi di FI – accesissima la sollecitazione di Simone Baldelli a Roberto Fico nel chiedere la censura del collega M5s – per i toni usati da Dall’Osso.

matteo dall'osso 1

Dall’Osso, che il giorno del voto il 4 marzo scorso aveva fatto circolare la bufala delle schede con il voto PD trovate in Sicilia, si era arrabbiato per l’intervento di Maria Elena Boschi. L’ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio aveva criticato il nuovo dicastero perché “fa tornare indietro il Paese di 80 anni, significa cancellare in un sol colpo le battaglie per affermare il principio sacrosanto che i disabili sono come gli altri, solo con bisogni specifici, cui dare risposta. Non ha senso un ministero della segregazione – è l’accusa dell’esponente Pd – un ministero per differenziare le persone le une dalle altre”.Boschi accusa allora dicendo che “Di Maio e Salvini renderanno ancora più esplicita in futuro una visione per cui il problema dei disabili e’ delle famiglie, che devono risolvere a casa loro. Per noi si tratta invece di un plusvalore”. Di qui, pochi interventi dopo, lo sfogo di Dall’Osso: “In uno Stato normale avrebbe anche ragione la Boschi e gli altri, ma siccome in uno Stato normale non siamo, dico che e’ assurdo. Come si fa a pensare… Un disabile deve essere tutelato! A noi non ci ha cagato di striscio nessuno e adesso vi ribellate perche’ abbiamo creato un ministero? Ma annatevene affanculo va’…”.

Leggi sull’argomento: La bufala delle 500mila schede con voto PD trovate in Sicilia