Cultura e scienze

Il crollo di ascolti di Rai1 sovranista

teresa de santis rai1

Teresa De Santis, ex Manifesto, è diventata direttrice di Rai1 in quota Lega deve fronteggiare il calo di ascolti della rete ammiraglia di viale Mazzini. E deve farlo con un consiglio di amministrazione che sta vivendo il classico ribaltone con il cambio di maggioranza. Spiega Repubblica:

Dopo la deludente performance dei palinsetsti estivi, le trasmissioni di punta della rete ammiraglia hanno cominciato male la stagione autunnale. Le prime tre puntate di UnoMattina, che ha debuttato lunedì , hanno perso in media l’1,7% rispetto allo stesso periodo del 2018. La prova del cuoco sta sotto di 3,5 punti. Anche se il podio per l’esordio più disastroso spetta a La vita in diretta: la neo-sovranista Lorella Cuccarini è stata regolarmente battuta da Barbara d’Urso su Canale5. Inchiodata al 13,9% di media, rispetto al 15,2 di 12 mesi fa.

lorella cuccarini razzismo italia otto e mezzo - 2

Il crollo degli ascolti è diventato un problema per il semplice fatto che c’è stato un cambio di maggioranza:

Denunciato dalla consigliera pd Rita Borioni, che al rientro dalle ferie si è ritrovata alleata coi grillini e in maggioranza, l’allarme è stato rilanciato sia da Beatrice Coletti (in quota 5S) secondo cui «la colpa è della scarsa qualità dei programmi», sia dal rappresentante dei dipendenti Riccardo Laganà, che ha imputato la debacle all’infornata di conduttori ed autori esterni.

Ora ci sono due posti in bilico a viale Mazzini: oltre a De Santis c’è anche quello di Marcello Foa, che non è diventato un problema perché parlava di inesistenti rapporti del governo tedesco su attentati ISIS in Germania, ma perché è cambiata la maggioranza. Ma nessuno dovrebbe scandalizzarsi di questo, visto che sia per De Santis che per Foa è stata la politica a decidere. Se vogliono prendersela con qualcuno, i due, citofonare Papeete.

Leggi anche: La signora che “non affitta ai meridionali” perché lei è “razzista” e “salviniana”