Attualità

Il pericolo COVID-19 a Sabaudia

La storia si va ad intrecciare con quella del chiosco che ha già dato altri cinque positivi presenti nel bollettino della Regione Lazio di ieri. La stessa cosa è accaduta a un bar in centro e a uno studio di fitness, oltre a tre locali di Latina: una pizzeria, una discoteca e un bar

lido azzurro sabaudia 1

Un bagnino del Lido Azzurro di Sabaudia è stato trovato positivo al Coronavirus SARS-COV-2 e ieri è arrivata la notifica della ASL per la chiusura dello stabilimento. Ai clienti è stato spiegato che si deve sanificare. Più tardi sul profilo facebook la proprietà parlerà di «sanificazione di tutti i locali a scopo precauzionale. Ci scusiamo per il disagio ma questo provvedimento è volto a tutelare con tutte le azioni possibili la sicurezza di tutti.Torneremo operativi tra qualche giorno. La Direzione ringrazia per la comprensione e la collaborazione».

Il pericolo COVID-19 a Sabaudia

La storia si va ad intrecciare con quella del chiosco che ha già dato altri cinque positivi presenti nel bollettino della Regione Lazio di ieri. La stessa cosa è accaduta a un bar in centro e a uno studio di fitness, oltre a tre locali di Latina: una pizzeria, una discoteca e un bar. Il Messaggero raccoglie le spiegazioni del direttore generale della Asl di Latina, Giorgio Casati: «Basta una scintilla e si accende un focolaio. È stato così per il gruppo di amici nel quale c’era il bagnino di Sabaudia e che hanno frequentato locali che adesso vanno presidiati». Nel pomeriggio si è aggiunto – appunto – il “Lido Azzurro”, ma altre situazioni vengono osservate. «A chi nega l’uso della mascherina – aggiunge Casati – faccio semplicemente tanti auguri. La situazione che emerge è chiarissima, in questo modo rischiamo di giocarci l’effetto lockdown, mi sembra un duro colpo per i negazionisti».

lido azzurro sabaudia

In provincia di Latina ci sono stati cinque contagi in un giorno, l’ultima volta era accaduto tre mesi fa, l’1 maggio. E sono tutti riferibili al bagnino – tra di loro anche la fidanzata – mentre si attende l’esito dei tamponi dei contatti più stretti. Ricostruire i “link” è particolarmente difficile già quando c’è un positivo che è stato in pochi luoghi e del quale si può ricostruire il percorso, figuriamoci quando si è di fronte a spiagge o discoteche. Il cosiddetto “contact tracing” è difficilissimo.

«Tutti i locali frequentati dal gruppo sono stati oggetto di sanificazione, il personale interessato nei giorni della frequentazione è stato posto in quarantena e sono stati effettuati o sono in corso i tamponi – spiegano dalla Asl – In via precauzionale, si chiede agli utenti dello stabilimento balneare “Il Gabbiano” nei giorni che vanno dal 26 fino al 30 luglio, come a coloro che hanno frequentato la discoteca di Latina “l’Ombellico” nella serata del 28 luglio, di contattare con urgenza il numero verde regionale emergenza covid 800 118 800»

Il timore – alla Asl nessuno lo nasconde – è che ci si possa trovare di fronte a una nuova ondata di contagi. A Sabaudia, in piena stagione estiva, con ricadute che sono facilmente immaginabili. Per questo è importante isolare, evitare nuovi contatti, prevenire finché possibile. Intanto il sindaco di Sabaudia, Giada Gervasi, ha emanato un’ordinanza che vieta la vendita in spiaggia agli ambulanti.

Leggi anche: Il focolaio della caserma Serena di Treviso e i controlli nei posti di lavoro dei migranti