Fact checking

Cosa sono quelle strane luci su Cerere?

Per cinquant’anni dopo la scoperta di Cerere (avvenuta nel 1801 da parte dell’astronomo italiano Giuseppe Piazzi) si pensò che questo corpo celeste che orbita all’interno della fascia principale fosse un pianeta. Questo perché Cerere è l’asteroide più grande della fascia principale, tanto che nel 2006 la sua classificazione è stata cambiata ed ora è l’unico asteroide ad essere considerato un pianeta nano, come Plutone (che però è quattordici volte più grande). Per tentare di carpire i segreti di Cerere nel 2007 la NASA ha lanciato una missione spaziale denominata Dawn che dal 16 maggio sta iniziando le manovre di avvicinamento al pianetino.

Il pianeta nano Cerere (fonte  http://www.jpl.nasa.gov/)
Il pianeta nano Cerere (fonte http://www.jpl.nasa.gov/)

COSA SONO QUEI PUNTI LUMINOSI?
Durante la fase di avvicinamento il 19 febbraio la sonda Dawn ha fotografato dei punti luminosi “misteriosi” dei quali non è ancora chiara la natura. Una scoperta inaspettata che ha sollevato molti interrogati da parte della comunità scientifica. Un mistero però, che grazie all’avvicinamento di Dawn all’orbita di Cerere (l’ingresso in orbita è previsto per il sei giugno), probabilmente non rimarrà più tale. L’ipotesi più accreditata è che siano delle formazioni di ghiaccio, come spiega Christopher Russel: “Dawn scientists can now conclude that the intense brightness of these spots is due to the reflection of sunlight by highly reflective material on the surface, possibly ice“. Le immagini dell’animazione qui sopra sono state catturate tra il 3 e il 4 maggio quando Dawn si trovava a oltre quarantamila chilometri da Cerere.
fonte  http://www.jpl.nasa.gov/
fonte http://www.jpl.nasa.gov/

Le nuove immagini che mostrano le strane luci più da vicino sono state scattate il 16 maggio da una distanza di circa 7.200 chilometri.
nasa cerere quiz
Nel frattempo tutti possono partecipare al sondaggio aperto dalla NASA e scegliere l’ipotesi migliore per spiegare quale sia la natura di questi strani riflessi luminosi, tra le possibili cause elencate dalla NASA ci sono l’eruzione di un vulcano, l’attività di un geyser, depositi di sale oltre ovviamente alla già citata presenza di ghiaccio. Al momento l’idea che si tratti di ghiaccio va per la maggiore anche tra coloro che hanno partecipato al giochino online.
cerere sondaggio
Fortunatamente è stata scartata l’ipotesi più inquietante, ovvero che Cerere sia la Morte Nera e che quello sia il baluginare del raggio in grado di distruggere i pianeti.
Foto Copertina: NASA