Attualità

Coronavirus oggi in Lombardia: il bollettino con i dati del 3 agosto

Il bollettino della Regione Lombardia per il 3 agosto con i dati sull’andamento del coronavirus oggi: nelle ultime 24 ore ci sono 25 nuovi positivi ieri erano 38. I decessi sono 3. 

coronavirus oggi lombardia dati 3 agosto bollettino

Il bollettino della Regione Lombardia per il 3 agosto con i dati sull’andamento del coronavirus oggi: nelle ultime 24 ore ci sono 25 nuovi positivi ieri erano 38. I decessi sono 3.

 

Coronavirus oggi in Lombardia: il bollettino con i dati del 3 agosto

La Regione specifica nel bollettino che tra i 25 nuovi casi i 6 sono ‘debolmente positivi’ e 4 a seguito di test sierologici. Sono stati effettuati  7.712,  per un totale complessivo di  1.316.219. Come ieri 9 pazienti in terapia intensiva e altri 153 ricoverati non in terapia intensiva in diminuzione rispetto a ieri di 5. Dall’inizio dell’epidemia i guariti o dimessi sono 73.676.

coronavirus oggi lombardia dati 3 agosto bollettino

I dati dei positivi ripartiti per province: 10 casi a Milano di cui 4 a Milano città. 5 a Brescia e 4 a Bergamo. 3 casi a Monza e Brianza, mentre Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Pavia, Sondrio e Varese oggi registrano tutte zero casi.

 

oggi coronavirus lombardia dati 2 agosto bollettino

Intanto fa discutere la decisione della Regione di permettere la piena capienza sui trasporti pubblici: un accordo con il governo in merito alle regole sul distanziamento sui mezzi di trasporto pubblici potrebbe essere trovato giovedì in occasione della conferenza Stato Regioni. Ne è convinta l’assessore lombarda ai Trasporti, Claudia Terzi. “Attendiamo il confronto che si svolgerà giovedì – ha spiegato Terzi ai microfoni di TgR Lombardia – siamo convinti che si troverà un’intesa tra governo e regioni”. L’assessore ha quindi ricordato che ”la decisione assunta venerdì da Regione Lombardia è una decisione molto meditata, tant’è che arriva come ultima tra tutte le Regioni che da tempo hanno già aperto al riempimento dei mezzi al 100 per 100”. Si tratta, ha ribadito Terzi, “di una decisione che tiene conto della situazione sanitaria ma anche della necessità di coordinamento con le altre Regioni, in particolare per i servizi interregionali”.

Leggi anche: Giorgia Meloni e la matematica dei contagi Covid italiani che non torna