Attualità

La storia di quelli che essiccano i “pipistrelli” sul balcone a Trani

Secondo quanto raccontano le cronache locali passanti e commercianti della zona hanno notato la presenza di quelli che sembravano pipistrelli appesi sullo stendino di un’abitazione al primo piano di uno stabile e hanno chiamato i vigili, anche perché a quanto pare la famiglia che alloggia nell’appartamento era irreperibile. Ma poi è arrivata la sorpresa

pipistrelli essiccati sul balcone trani

Ci sono studi che affermano che il Coronavirus SARS-COV-2, responsabile della malattia COVID-19, provenga dai pipistrelli. Per questo a Trani è partita stamattina una caccia all’uomo dopo la denuncia, circolata naturalmente anche sui social network, secondo la quale c’erano dei pipistrelli a essiccare sul balcone della casa di una famiglia di provenienza cinese. Ma a quanto pare si trattava di tutt’altro.

La storia di quelli che essiccano i “pipistrelli” sul balcone a Trani

Secondo quanto raccontano le cronache locali passanti e commercianti della zona hanno notato la presenza di quelli che sembravano pipistrelli appesi sullo stendino di un’abitazione al primo piano di uno stabile e hanno chiamato i vigili, anche perché a quanto pare la famiglia che alloggia nell’appartamento era irreperibile. La polizia locale è entrata in azione insieme ai carabinieri, ha chiuso la strada (Corso Manzoni nel tratto compreso fra via Ragazzi del ‘99 e piazza Dante) ed è arrivata sul balcone, mentre i residenti raccontavano di sangue che colava in strada.

pipistrelli essiccati sul balcone trani 1
Foto da: Facebook

A quel punto nell’appartamento abitato da cinesi è stato effettuato un sopralluogo di Asl e Amiu Trani (l’azienda di igiene urbana). Ma gli occupanti hanno dichiarato che erano coscette di pollo in essiccazione. “Non si capisce che tipologia di animale sia, ma a prima vista a me non sembrano pipistrelli”, ha dichiarato il sindaco Amedeo Bottaro, che è entrato nell’appartamento. “Hanno sequestrato tutto, faranno tutte le verifiche e le analisi del caso. Nel frattempo stanno facendo verifiche anche per capire il numero delle persone e le condizioni igieniche dell’abitazione”. “Si tratta verosimilmente di ali di pollo”, ha quindi confermato Bottaro, dopo l’intervento effettuato dai carabinieri su un balcone di un appartamento di un palazzo di corso Manzoni su cui c’era uno stendibiancheria con resti di animali stesi. In un primo momento si è parlato di pipistrelli ma dovrebbe trattarsi di ali di pollo. “Tutto è stato sequestrato e – aggiunge Bottaro – sono in corso accertamenti di natura igienico sanitaria sugli inquilini che sono di origini asiatiche”.

Leggi anche: Le multe e le sanzioni per chi non rispetta il DPCM sul Coronavirus