Attualità

Il Coro della Cappella Sistina commissariato per abusi e riciclaggio

alessandrodamato|

papa francesco phoenix park

Il Coro della Cappella Sistina, l’istituzione musicale che ha il compito di affiancare le celebrazioni pontificie e che è composta da voci bianche e cantori adulti, è stato commissariato con un motu proprio da Papa Francesco.

Il Coro della Cappella Sistina commissariato per abusi e riciclaggio

La Cappella Musicale Sistina è stata posta sotto la direzione dell’Ufficio delle Celebrazioni Liturgiche e di monsignor Guido Marini, il quale avrà il compito di controllare e rispondere di tutte le attività e gli ambiti (pastorale, spirituale, artistico ed educativo) per rendere«sempre più percepibile il fine primario della musica sacra, che è la gloria di Dio e la santificazione dei fedeli». La mossa è diventata necessaria dopo l’inchiesta partita l’anno scorso in base ad alcune lettere anonime in cui si denunciava il disagio dei bambini che sarebbero stati costretti a esercitazioni durissime con maltrattamenti fisici e punizioni. Le lamentele erano tutte concentrate sul direttore del coro, il salesiano padre Massimo Palombella che però si è sempre difeso dicendo che non era vero niente, che nessun genitore aveva mai tolto i bambini dalla scuola e che se circolavano tante malignità era solo perché aveva imposto ai cantori adulti metodo e regole fisse,cancellando l’anarchia del passato.

coro cappella sistina rihanna

Nel frattempo però creavano scandalo i selfie di alcuni cantori (adulti) in atteggiamenti ammiccanti con la cantante Ryanna, e postati sui social durante una trasferta a New York. Proprio in quei giorni i magistrati vaticani erano arrivati ad individuare tra le carte del Coro della Sistina un filone finanziario piuttosto opaco, setacciando conti correnti con movimentazioni strane. L’ipotesi è di riciclaggio,truffa e peculato.

Leggi sull’argomento: Le Iene, Tiziano Renzi e gli insulti a Omuigui