Economia

Come funziona il contratto a tutele crescenti

Come funziona il contratto a tutele crescenti? In attesa di vederne gli effetti sul Prodotto interno lordo, ecco la riforma del lavoro dell’esecutivo Renzi: prevede due tipi di contratto, quello a tempo determinato e quello a tempo indeterminato a tutele crescenti, che all’inizio costerà all’impresa meno del primo. A chi si applica, cosa succede a chi è licenziato e come cambiano gli ammortizzatori sociali.
 


Contratto a tutele crescenti: l’indice di impiegabilità (dal Corriere della Sera di oggi)
contratto a tutele crescenti
L’indice misura la sinergia tra la domanda e l’offerta in un mercato del lavoro. Considera tre fattori che incidono sul capitale umano e sulla sua «impiegabilità»: l’abbandono scolastico, i periodi di transizione scuola-lavoro, il tasso Neet che misura la quota di individui che non tudiano, non hanno un lavoro né lo cercano

Leggi sull’argomento: Come funziona il nuovo contratto di lavoro di Renzi