Attualità

Le telecamere spia in Confindustria

vincenzo boccia confindustria

Alcune telecamere nascoste nella sede romana di Confindustria in viale dell’Astronomia 30 dietro i rilevatori del sistema d’allarme. Lo hanno scoperto alcuni impiegati dell’associazione degli industriali, come racconta oggi Repubblica, ed è partita una segnalazione ai pubblici ministeri di Caltanissetta che indagano sul caso Montante.

Le telecamere spia in Confindustria

La storia, che è assurda quanto quella del furto da mezzo milione di euro attuato nel settembre 2017 da un truffatore che si è spacciato via mail per i vertici di viale dell’Astronomia, è diventata un’inchiesta della squadra mobile di Caltassinetta, coordinata dal procuratore aggiunto Paci. E sotto accusa c’è il brillante investigatore della squadra mobile di Palermo Diego Di Simone Perricone che è stato assunto in Confindustria e oggi è ai domiciliari con l’accusa di essere stato il braccio operativo dell’associazione a delinquere che i pubblici ministeri contestano a Montante.

telecamere spia confindustria

L’indagine ha messo in risalto l’attività di spionaggio e dossieraggio nei confronti di magistrati, poliziotti, giornalisti nei confronti di chiunque criticasse il “nuovo corso” di Montante. Fino all’ultimo capitolo, a sorpresa, svelato di recente dai vertici di Confindustria, che si sono ritrovati spiati nei propri uffici. Chissà da quanto andavano avanti quelle intercettazioni abusive.

Leggi sull’argomento: La storia delle mail con cui Confindustria si è fatta rubare mezzo milione di euro