Fact checking

Come sono andati PD e M5S alle elezioni in Trentino?

La Lega Nord ha vinto ed incrementato i suoi voti. Forza Italia ha perso e Toti vuole commissariare il partito nella regione. Ma per quanto riguarda Partito Democratico e MoVimento 5 Stelle come sono andate le elezioni in Trentino Alto Adige? Un’ipotesi di confronto si può fare attraverso i risultati a Trento, ad Aosta e a Bolzano. Entrambi i partiti cantano vittoria: il PD perché si assicura due sindaci e va al ballottaggio, il M5S perché raddoppia i suoi voti rispetto alle precedenti amministrative. Mettendo a confronto invece il dato delle Europee le cose cambiano per entrambi. Ma il partito di Renzi perde voti anche rispetto alle precedenti comunali. Vediamo il dettaglio.
 
COME È ANDATO IL M5S ALLE ELEZIONI IN TRENTINO?
Sostiene infatti Luigi Di Maio su Facebook:

Il MoVimento 5 Stelle raddoppia i consensi! Alle elezioni comunali in Trentino-Alto Adige / Südtirol, un campo di prova con caratteristiche del tutto “speciali”, il M5S si attesta nettamente come movimento alternativo al sistema dei partiti e ai sedicenti autonomisti.
A Bolzano sono stati eletti 4 consiglieri, passando dal 4% al 9,3%, per la prima volta 3 consiglieri a Trento, altrettanti a Drò, Riva Del Garda e Mori, dove il MoVimento raggiunge il 17,3% dei voti e si afferma come seconda forza politica. In molti casi ci siamo presentati per la prima volta alle elezioni, ciò nonostante siamo entrati in tutti i Comuni in cui ci siamo candidati aumentando esponenzialmente la nostra presenza nella regione: 2 consiglieri a Rovereto, Riva del Garda, Merano, Laives e 1 ciascuno a Lavis, Ala e Salorno.
Il M5S è in ascesa, il Pd di Renzi perde voti dappertutto: -5,5% a Bolzano, 1.360 voti in meno a Trento. Così anche partiti storici come l’Svp e il Patt, che ottengono migliaia di voti in meno, e Forza Italia che è letteralmente implosa.

Le percentuali di Di Maio sono tutte corrette, ma il confronto che il deputato e componente del direttorio fa si riferisce alle precedenti elezioni comunali, svoltesi quando il MoVimento non aveva ancora partecipato alle politiche, in una condizione completamente diversa rispetto a quella del “botto” di due anni fa ormai, quando i grillini irrompevano nella scena politica nazionale diventando anche il primo partito alla Camera al netto dei voti nelle circoscrizioni estere. Ma sarebbe in qualche modo scorretto confrontare i voti dei 5 Stelle con quelli del boom alle politiche, anche perché si votava ad elezioni diverse e con un sistema elettorale diverso. Alle europee invece si vota con il proporzionale e le preferenze (ma se ne possono dare fino a tre, ulteriore differenza), e i candidati riacquistano valore (visto che a candidarsi non è Grillo, ma una persona che fa parte degli attivisti del paese. Basta quindi confrontare i dati con le elezioni europee di un anno fa per notare che un calo c’è stato. Un anno fa al comune di Aosta il MoVimento 5 Stelle alle europee totalizzava il seguente risultato:
elezioni europee 2014 movimento 5 stelle
Alle comunali di Aosta, con 37 sezioni scrutinate su 38, i risultati del MoVimento sono questi:
elezioni comunali aosta m5s
 
Il totale dei voti non è ancora definitivo e non permette di fare raffronti. Ma quello percentuale dovrebbe essere ormai stabile, e si nota un calo abbastanza imponente, forse dovuto al fatto che i candidati per le europee erano più convincenti di quelli per le comunali. E a Trento? L’anno scorso alle Europee il MoVimento 5 Stelle portava a casa questi risultati:
elezioni europee trento
Alle comunali a Trento ieri è andata così:
elezioni comunali trento
Infine c’è Bolzano. Alle Europee al MoVimento 5 Stelle andò così:
elezioni europee bolzano
Alle comunali stavolta è andata così:
elezioni comunali bolzano
 
E IL PARTITO DEMOCRATICO?
C’è però da dire che questo tipo di confronto penalizza sì il MoVimento 5 Stelle, ma si rivela un’ecatombe per il Partito Democratico. Ad Aosta il PD passa da più di seimila a meno di duemila voti, ma la circostanza è tutto sommato spiegabile con il boom delle liste collegate nella coalizione. A Trento però passa da 24mila a tredicimila voti, e i voti ottenuti da Cantiere Civico Democratico, anche sommati, portano comunque a una bella emorragia. Anche a Bolzano lo scostamento dei voti è enorme. In tutti e tre i comuni l’affluenza è in calo deciso, sia rispetto alle comunali che alle europee. E rispetto alle comunali? A Trento nel 2009 andò così:
risultati elezioni comunali trento 2009
E il PD ha perso un migliaio di voti in queste elezioni. A Bolzano nel 2010 il PD prese 7000 voti, adesso ne porta a casa meno di cinquemila.
risultati elezioni comunali bolzano 2010
 
E anche ad Aosta i voti del PD sono in calo rispetto al 2010.
risultati elezioni comunali aosta 2010
 
Insomma, il bicchiere è mezzo pieno o mezzo vuoto a seconda di chi lo guarda. Ma il dato dell’affluenza è quello più significativo.