Economia

Come funziona la garanzia statale per il mutuo prima casa ai giovani?

Come funziona la garanzia statale per il mutuo prima casa ai giovani? Chi ne può usufruire?

garanzia statale mutuo giovani mutuo rate diciotto

Come funziona la garanzia statale per il mutuo prima casa ai giovani? “In un prossimo decreto, di imminente approvazione – ha detto il presidente del Consiglio Mario Draghi, illustrando alla Camera il Piano nazionale di ripresa e resilienza – sono previste altre risorse per aiutare i giovani a contrarre un mutuo per acquistare una casa. Sarà possibile non pagare un anticipo, grazie all’introduzione di una garanzia statale”.

Come funziona la garanzia statale per il mutuo prima casa ai giovani?

Sarà la ministra per le Politiche giovanili Fabiana Dadone a gestire lo strumento attravverso il quale verrà data la possibilità per gli under 35 di accedere a un fondo, che al momento ha uno stanziamento di 50 milioni, che darà loro la possibilità di acquistare la prima casa senza anticipo, come spiega Repubblica:

Il Fondo prima casa si limita a garantire una corsia preferenziale agli under 35, oltre che alle famiglie monogenitoriali con figli minori, ai conduttori di alloggi popolari e alle famiglie con figli disabili. La garanzia (per gli acquisti fino a 250 mila euro) permette di superare il vincolo di legge che vieta alle banche di finanziare oltre l’80% del prezzo dell’immobile. «Noi abbiamo sempre sollecitato il rifinanziamento del Fondo – dice il presidente dell’Abi Antonio Patuelli – perché i giovani hanno difficoltà doppie di accesso ai mutui considerate le norme italiane ed europee, improntate alla massima prudenza dopo la vicenda Usa dei subprime». A offrire mutui “100%” sono al momento pochissime banche tra cui Intesa Sanpaolo, Montepaschi e il Banco Popolare Pugliese

Oltre a questa misura allo studio ci sono anche incentivi fiscali che potrebbero riguardare la quota di interessi passivi detraibili dalle tasse e esenzioni dalle imposte di registro e catastali.