Economia

Clausole di salvaguardia: gli otto miliardi di tasse nascosti nella legge di stabilità

clausola di salvaguardia aumento iva

Tra aumenti Iva e delle accise le clausole di salvaguardia inserite nella manovra sono una vera e propria bomba ad orologeria. Spiega oggi il Sole 24 Ore che l’esborso totale può arrivare a otto miliardi nel 2017. Per evitarlo il governo spera che Bruxelles dia il via libera a due metodi di inversione contabile, il reverse charge di cui si è parlato tanto; in particolare, lo split payment, in base al quale le amministrazioni pagheranno l’IVA direttamente all’erario e non alle imprese. Accise sulla benzina e aumento dell’Iva sono i due metodi che il governo ha trovato per coprire l’eventuale buco con le clausole di salvaguardia.
 

clausole di salvaguardia legge di stabilità
Legge di stabilità 2015, le clausole di salvaguardia (Il Sole 24 Ore, 21 dicembre 2014)

La clausola di salvaguardia prevede l’aumento dell’Iva ordinaria (attualmente al 22%) al 24% nel 2016, al 25% nel 2017 e al 25,5% nel 2018. Ritocchi saranno previsti anche per la cosiddetta Iva ridotta attualmente al 10%, che salirà al 12% nel 2016 e al 13% nel 2017.
Leggi sull’argomento: Clausola di salvaguardia: cosa succede all’Iva tra un anno