Attualità

La circolare del ministero sugli sgomberi

sgomberi case occupate comune di roma

La nuova circolare del ministero dell’Interno, firmata dal capo di gabinetto Matteo Piantedosi, impone una “stretta” sul tema delle occupazioni di case la cui gestione “non ha compiuto significativi passi in avanti”. Secondo il documento, indirizzato a tutti i prefetti, il censimento degli abusivi dovrà essere condotto, “anche in forma speditiva”, sotto la regia dei servizi sociali dei Comuni.

La direttiva del ministero sugli sgomberi

Nella nuova circolare è previsto anche un censimento globale degli occupanti abusivi di immobili in ogni provincia italiana, per verificare la presenza di “minori o altre persone in condizioni di fragilità” , ma anche per controllare reddito e permessi di soggiorno, allo scopo di velocizzare gli sgomberi. La circolare prevede anche l’individuazione di minori o soggetti «fragili», per i quali i servizi sociali dei Comuni attiveranno specifici interventi «non negoziabili». Secondo l’Unione Inquilini la direttiva è socialmente aberrante perché prevede che solo successivamente allo sgombero comuni e regioni trovino soluzioni di assistenza per le famiglie in disagio economico e sociale quindi fragili: “L’onere dei censimenti delle famiglie è a carico dei comuni, l’onere di dare assistenza alle famiglie e’ interamente a carico dei Comuni. La circolare non prevede alcuna forma di sostegno ai Comuni ne’ in materia di risorse che di mezzi”, dice Massimo Pasquini, segretario nazionale dell’Unione Inquilini. Una circolare che “sostiene la rendita e la speculazione immobiliare e getta comuni e regioni nel caos sociale- aggiunge- La risposta a questa socialmente aberrante circolare sta solo nella capacita di comuni e regioni di attuare politiche abitative”.

salvini conte albania

Il ministero dell’Interno, “non pago dei 140 sfratti al giorno che si eseguono in Italia con la forza pubblica ora dispone sgomberi per decine di migliaia di famiglie occupanti immobili in disuso che rimarranno dopo conìmunque in disuso- denuncia Pasquini- La circolare parla genericamente di famiglie fragili non indicando una definizione di tali famiglie. In questo modo Comuni e Regioni saranno costrette a definire cosa è la fragilità con il risultato di avere centinaia di definizioni diverse”.

La circolare di Salvini sugli sgomberi

Leggi sull’argomento: La Lega sempre più tentata dal voto e da Salvini premier