Fatti

Il convegno antiscientifico sul Covid al Senato che ha fatto arrabbiare anche Burioni

L’evento, organizzato da alcuni esponenti (anche di spicco) della Lega, è stato aspramente criticato da molti. Si è parlato di cure che sono state già bocciate dalla comunità scientifica perché del tutto inefficaci contro il Covid

Burioni

Da una parte ci sono governo e istituzioni che stanno provando a convincere gli “scettici” a vaccinarsi contro il Covid. Dall’altra troviamo alcuni senatori della Lega che organizzano un evento-convegno per parlare di cure (e prevenzione) contro la malattia dando spazio a personaggi che portano avanti tesi già smentite da studi e dalla comunità scientifica. E lo hanno fatto all’interno di una delle stanze di Palazzo Madama, rendendo il tutto ancor più paradossale. E quanto andato in scena nella giornata di lunedì ha fatto arrabbiare molte persone, tra cui Roberto Burioni.

Burioni si arrabbia per il convegno antiscientifico ospitato dal Senato

La slide pubblicata ripresa dall’immunologo è stata pubblicata sui social da Giovanni Rodriquez, giornalista che ha seguito per Huffington Post l’intero evento, raccontando tutte le contraddizioni – rispetto ai pareri già espressi e già noti della comunità scientifica (all’interno della quale inseriamo anche Aifa, Ema, Fda e OMS) – emerse durante questo convegno denominato “International Covid Summit”. Si tratta di un documento che mostra le fasi di terapia per pazienti affetti da Covid, citando – tra le tante “cure” – anche idrossiclorochina e ivermectina.

Si tratta di due prodotti off label molto in voga nella fronda no vax, ma già al centro di studi clinici che hanno attestato la non efficacia per trattare l’infezione da Sars-CoV-2 (comprese tutte le sue varianti) e la malattia generata dal virus. Eppure tutto questo è andato in scena al Senato, grazie ai senatori leghisti Alberto Bagnai e Roberta Ferrero. Con il messaggio e il plauso della Presidente dei Palazzo Madama Casellati, che ha parlato di “prestigioso evento internazionale”.

Insomma, la rabbia di Burioni (e non solo) sembra essere legittima. Il tutto mentre i malumori emergono anche nella Lega, con Matteo Salvini – come riporta Il Corriere della Sera – che dice addirittura di non aver saputo nulla di quel convegno fino a domenica sera.

(foto: da Che Tempo Che Fa, RaiTre)