Cultura e scienze

Break the Internet Matteo Salvini

Se c’è un politico in Italia che ha fatto suo il detto “nel bene e nel male purché se ne parli” questo è il segretario del Carroccio Matteo Salvini. Innanzitutto è ovunque, non passa giorno che non sia in questa o quella trasmissione televisiva, a qualsiasi ora, su qualsiasi canale. È quasi impossibile non incappare in Salvini nel suo bel faccione facendo zapping, ogni talk show è suo. E ci tiene a tenerci tutti aggiornati sui suoi spostamenti da uno studio televisivo all’altro: “alle 23 sarò a linea notte, qualcuno mi fa compagnia?”.
 
 
MATTEO SALVINI, INDOSSATORE
Matteo Salvini probabilmente se non avesse fatto il politico avrebbe potuto fare il designer di magliette ironiche, di quelle che si trovano alle feste della birra tipo: “Dalla non è un cantante ma un consiglio” oppure “I am with stupid”. Ma lui è andato oltre, è diventato un brand (e se n’è accorto subito Maurizio Crozza) con le sue felpe dalle scritte improbabili, felpe indossate in ogni occasione, sotto la giacca, sopra la camicia oppure sotto la camicia ma sopra la giacca ma con uno elmo celtico in testa. La felpa, come le magliette dei gruppi musicali, usata per dichiarare fieramente l’appartenenza e l’attaccamento alla propria terra e alle proprie tradizioni celtico-padane. Tutto dev’essere iniziato con Matteo che cercava un modo per lanciare un messaggio ai giovani, ad esempio una cosa così:

Come tutto ebbe inizio, o quasi (fonte: facebook.com)
Come tutto ebbe inizio, o quasi (fonte: facebook.com)

per passare alla gloriosa felpa lùmbardista
via YouTube.com
via YouTube.com

ed arrivare alla spassosissima doppia felpa in occasione delle regionali in Emilia Romagnia (per dimostrare la sua attenzione ai localismi e ai campanilismi):
Emilia indipendente!11
Emilia indipendente!11

Romagna (ovviamente con Raul Casadei)
Romagna mia! libera!1
Romagna mia! libera!1

Sarebbe facile dire che la politica di Salvini è pret à porter, che se per lui basta una felpa per assumere l’identità di un territorio allora la sua è una Lega parecchio annacquata. Non lo farò, mi limiterò a far notare la differenza con il guardaroba di un altro lombardo: il celeste Roberto Formigoni
Salvini internet - 9
Salvini vuole marcare la sua differenza, è un lavoratore, non un dandy. Nel suo armadio probabilmente ci sono solo felpe e camicie azzurre, e nasce così la nuova uniforme leghista. Mettiamo in naftalina le camicie verdi di Pontida e largo alla nuova lega 2.0, quella con la barba incolta dello studente che vuole far credere di aver studiato del lavoratore padano:
matteo salvini sosia
Ed alla fine, a sancire il successo della strategia del segretario leghista arriva Felpa Nord il generatore di felpe di Salvini.
Il generatore di scritte sulle felpe di Salvini (via Felpa Nord)
Il generatore di scritte sulle felpe di Salvini (via Felpa Nord)

SALVINI E L’INTERNET
Matteo è uno intelligente, un giorno ha deciso che su Internet c’era spazio anche per lui e non solo per Beppe Grillo. Ma soprattutto ha capito che Internet non è un mezzo di comunicazione impossibile da usare per un elettore leghista, in fondo la vulgata vuole che pure un grillino medio sia in grado di fare un paio di click qua e là, tra il blog del guru e i link su Tze Tze. E fu così che Salvini sbarcò su Facebook, ma con una differenza sostanziale: lui non lo usa nel modo palloso dei soliti politici, né ricorrendo ai clickbait del Semplice Portavoce a cinque stelle. No, Matteo usa Facebook come potrebbe usarlo una quarantenne “impegnata”. Ci tiene a dire cosa ne pensa sui Rom, zingari, extracomunitari, omosessuali (insomma il pensiero politico della Lega) ma ogni tanto vuole farci sapere che è appena andata dall’estetista, molto ladilike. E magari tra un impegno e l’altro trova il tempo anche per fotografare cosa ha mangiato. Preparatevi ad entrare nel regno della tristezza culinaria più assoluta. In cucina con Salvini:
La colazione è il pasto più importante della giornata. raga.
La colazione è il pasto più importante della giornata. raga.

Esperimenti in cucina, che pazzah!
uuuuuh la torta di mele a forma di cuoreeee, che carinooooh
uuuuuh la torta di mele a forma di cuoreeee, che carinooooh

E per dimostrare che è una nuova Lega, la “pizza”:
Chissà se ha anche la felpa MASTERCHEF
Chissà se ha anche la felpa MASTERCHEF

 
SALVINI COME KIM JONG UN?
Qui ia NeXt ci stiamo chiedendo da qualche tempo se il Matteo Salvini “meme” dell’Internet è in qualche modo simile al leader nordcoreano Kim Jong Un. È cosa nota che la dinastia dei dittatori nord coreani non abbia molti estimatori: Marco Rizzo, Antonio Razzi e Matteo Salvini, ciascuno ovviamente con i suoi motivi. Ma il più grande fan della Corea del Nord è l’Internet, il che è ironico, dal momento che in Corea del Nord nessuno ha libero accesso a al Web. Già da molto prima della sua salita al potere Kim Jong Un aveva attirato l’attenzione di molti per certi suoi comportamenti eccentrici, ma la sua stella era ancora offuscata da quella del padre, Kim Jong Il il primo dittatore nord coreano a diventare un meme. Sia Matteo Salvini che Kim Jong Un fanno delle cose involontariamente divertenti: Matteo ha le felpe, Kim invece, dopo la morte del padre Kim Jong Un ha saputo raccogliere la pesante eredità nel guidare l’Internet verso più alte ed esilaranti vette del lol. Ad esempio ha dimostrato di possedere la stessa capacità del padre nel guardare le cose durante le numerose visite ufficiali. Tutti e due hanno un popolo di fan adoranti, ad esempio guardate cosa è successo su Facebook dopo la pubblicazione del numero di Panorama con Matteo in copertina, centinaia si persone si sono fatte fotografare con il giornale in mano:
Salvini internet - 5
Il tutto dopo l’input del Matteo nazionale federale
Salvini internet - 6
Certo, difficile arrivare alla vette di popolarità di Kim Jong Un:

Ma chissà cosa succederà dopo la copertina di Oggi:
Salvini internet - 2
E allora tutti nel lettone di Matteo, che si sa alla fine anche il suo è un po’ il lettone di Putin.
salvini internet a nudo
Dopo queste due foto Matteo Salvini è sempre più vicino come popolarità ad un altra Kim, la Kardashian.
salvini sognami
Foto copertina di Salvatore Mulliri via Facebook.com