Economia

Bonus bici 2020: il click day e il rischio di rimanere senza dopo aver comprato la bicicletta

Per ottenerlo bisognerà utilizzare una piattaforma online che verrà resa disponibile sul sito del ministero dell’Ambiente. La norma concede 60 giorni dalla pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale (il 19 maggio) per la sua realizzazione

bonus bici 500 euro

C’è il rischio concreto di rimanere senza bonus bici dopo aver comprato la bici. Per questo c’è chi pensa di allargare lo stanziamento in sede di conversione del decreto Rilancio, visto che attualmente i fondi sono fermi a 120 milioni e si rischia un click day. Spiega oggi il Corriere della Sera:

Considerando che l’incentivo può essere chiesto da tutti i maggiorenni residenti in comuni con almeno 50mila abitanti, una «platea potenziale di 26 milioni di persone» secondo Costa, e che la misura copre anche gli acquisti fatti dal 4 maggio in poi, è facile prevedere che i soldi non basteranno. La norma prevede che lo Stato si accolli il 60% del prezzo di acquisto sostenuto per «biciclette, anche a pedalata assistita, nonché veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica, quali segway, hoverboard, monopattini e monowheel». Il bonus copre appunto il 60% della spesa, ma esso non può mai superare 500 euro.

biciclette vendite bonus
Il bonus e il boom di vendite per le biciclette (La Repubblica, 20 maggio 2020)

Per ottenerlo bisognerà utilizzare una piattaforma online che verrà resa disponibile sul sito del ministero dell’Ambiente. La norma concede 60 giorni dalla pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale (il 19 maggio) per la sua realizzazione. Per accedervi bisognerà avere le credenziali Spid. Chi ha già acquistato il mezzo potrà richiedere il rimborso allegando la fattura (non basta lo scontrino). Chi comprerà dopo — ammesso che ci siano ancora fondi — potrà invece ottenere dalla piattaforma un voucher col quale ricevere lo sconto direttamente dal venditore. In teoria, dice la legge, ci sarebbe tempo fino al 31 dicembre.

Leggi anche: Alitalia: il salvataggio infinito già costato 210 euro a testa