Opinioni

Bollettino demografico – 2

Studi recentissimi, stimolati dall’invecchiamento della popolazione italiana e occidentale e dall’accresciuto benessere delle persone di una certa età, hanno cercato di stabilire a che punto precisamente si possa iniziare a parlare di vecchiaia, con quel che ne consegue in termini sociali, lavorativi, previdenziali; finora, infatti, non ci si era messi d’accordo sulla definizione, il che aveva causato gli immaginabili disservizi e fraintendimenti.
Adesso, proprio dagli ultimi studi, vien fuori infine la verità: si è vecchi, obsoleti, bacucchi e francamente superati e poco o per nulla utili quando si comincia ad apprezzare una bella fetta di pane ad accompagnare qualche scacco di cioccolato, e anzi a preferirla alla tavoletta solitaria smangiucchiata senza pudore. Chi si comporta in tale maniera è infatti sicuramente, quale che sia la sua età anagrafica, un vecchione, inadatto a portare alcunché di produttivo nel mondo e buono solo a biascicare e guardare Matlock.
matlock
L’opportunità di ritirarsi dal mondo del lavoro e di ricevere una pensione ha spinto certi imbroglioni a recarsi all’Ufficio per i Vecchi Anzianissimi e Persone Addirittura di Soverchio Sviluppo Anagrafico (UVAPASSA), ove si distribuiscono i documenti e i sussidi, per dichiararsi vecchi e prendere il denaro; ma, messi davanti a pane e cioccolato a scacchetti, solo i veri matusa hanno superato la prova; i malviventi colti sul fatto sono stati presi in consegna dai nonni e puniti con pizzicotti sulle guance e/o costretti ad ascoltare barzellette senza capo né coda e spesso senza finale intellegibile.