Attualità

«Mio figlio non può andare a scuola per i no-vax»

@neXt quotidiano|

mamma no vax leucemia

Ieri abbiamo parlato della storia del bimbo che ha superato la leucemia ma non può tornare a scuola perché nella sua classe ci sono cinque bambini non vaccinati per scelta delle madri. Oggi la madre del bimbo, che si chiama Sara, rilascia un’intervista a Clarida Salvatori del Corriere della Sera per raccontare ulteriori dettagli della situazione in cui si trova il figlio:

«Già. Da novembre avevo contattato la dirigente per spiegare la situazione, ma ho avuto sempre risposte evasive. Alla fine, quando mio figlio poteva tornare, è venuto fuori che in tutte le elementari, su 104 bambini, 24 non erano vaccinati. Cinque solo nella sua classe».

È arrabbiata con la preside?
«Sì, sono davvero indignata. Capisco che deve gestire una “patata bollente” col nome di mio figlio, ma non doveva portarmi a fare di lui un caso mediatico».

E con le altre mamme?
«Io continuo a chiedermi una cosa: come puoi mettere al mondo un figlio e poi decidere di non tutelarne la salute? La meningite è fulminante per tutti. Se lui prende una varicella se la fa in ricovero e va bene, siamo abituati. Ma se prende il morbillo mio figlio finisce sottoterra».

Sara racconta che aveva avuto problemi con la madre di un bimbo di cittadinanza bengalese che non aveva compreso la questione perché non parla italiano, ma di averla risolta chiamando un suo amico pizzaiolo a fare da traduttore. Ma con gli altri non c’è stato verso:

«Mio figlio aveva diritto a 20 ore settimanali a domicilio ma il provveditorato non ha i fondi».

Vi siete dati un termine ultimo?
«Il 10 scade il termine per essere in regola con i vaccini, l’11 voglio certezze».

Il bimbo sa di questa situazione?
«No, è piccolo: non vede l’ora di tornare alla normalità».

Foto copertina da: Corriere della Sera

Leggi anche: Il bimbo che supera la leucemia ma non torna in classe per i compagni non vaccinati