Attualità

Benjamin Griveaux: il candidato sindaco di Parigi che si ritira dopo il video intimo pubblicato sui social network

benjamin griveaux 2

Benjamin Griveaux, candidato voluto dal presidente francese Emmanuel Macron per la corsa a sindaco di Parigi, si ritira dalla campagna dopo la pubblicazione di un suo video intimo sui social. “Un sito web e i social network hanno lanciato vili attacchi riguardanti la mia vita privata. La mia famiglia non lo merita. Nessuno dovrebbe mai essere sottoposto a tali abusi”, ha sostenuto Griveaux, che è stato anche portavoce del governo francese.

Benjamin Griveaux: il candidato sindaco di Parigi che si ritira dopo il video intimo pubblicato sui social network

La decisione dell’esponente del partito di Macron, La Republique En Marche, arriva a un mese dal voto nella Capitale francese. “Per più di un anno – ha spiegato Griveaux nel suo discorso a Bfm Paris – la mia famiglia e io siamo stati sottoposti a dichiarazioni diffamatorie, bugie, rumors, attacchi anonimi, rivelazione di conversazioni private segrete e minacce di morte. Questo torrente di fango mi ha colpito ma soprattutto fa male a quelli che amo. Come se ciò non bastasse, ieri è stato superato un nuovo stadio. Un sito web e i social network hanno pubblicato attacchi spregevoli che coinvolgono la mia privacy”. Il fedelissimo di Macron annuncia quindi la sua resa. “Non sono pronto a farci esporre ulteriormente, io e la mia famiglia, ora che sono consentiti tutti i colpi, tutto cio’ va troppo in la’”. Prende così una decisione che “gli costa” ma per “dare priorità alla famiglia”. “Il progetto per Parigi che abbiamo realizzato e per il quale abbiamo lottato, andrà avanti meglio senza di me”, ha aggiunto Griveaux.

benjamin griveaux

Secondo i media francesi il video, che mostra Griveaux nell’atto di masturbarsi, è stato inviato a una ragazza. In molti sui social network ricordano la sua collaborazione con Dominique Strauss-Kahn, accusato di violenza sessuale nei confronti di una cameriera (la procura successivamente archiviò le accuse).

Piotr Pavlenski: chi c’è dietro il video di Griveaux

Il sito che ha pubblicato una parte dei suoi messaggi è Pornopolitique.com e ha accusato il candidato sindaco di essere in contraddizione con le sue parole sulla protezione della famiglia con il suo comportamento concreto nei confronti della ragazza. È ovviamente lei ad aver fornito i filmati e le chat di Griveaux al sito, come si evince dalla scansione dei messaggi.

benjamin griveaux 1

Il pezzo è firmato dall’artista russo Piotr Pavlenski, che nel 2017 aveva bruciato la facciata della Banque of France, e che ha detto a Libération di aver avuto il filmato da una fonte che ha avuto un rapporto consenzione con Griveaux. E anche al quotidiano francese ha detto di voler denunciare l’ipocrisia dell’ex candidato sindaco. “Vuole essere il sindaco della città e mente agli elettori. Adesso vivo in Francia, sono parigino, per me è importante”, ha aggiunto il 35enne russo. Pavlenski è stato condannato a gennaio 2019 a tre anni di carcere, di cui due sospesi, per aver bruciato la facciata di una filiale della Banque de France nell’ottobre 2017. Lui e la sua ex compagna Oksana Chaliguina, che ha ottenuto l’asilo politico in Francia a maggio 2017, avevano sostenuto di aver effettuato una performance artistica dal titolo “Illuminazione”. Pavlensky si è fatto conoscere sfidando regolarmente le autorità russe: in particolare ha spruzzato benzina e ha bruciato le porte del quartier generale dell’ex KGB a Mosca.

Leggi anche: Le bugie dei carabinieri sul video di Gabriel Christian Natale Hjorth e sulla morte di Cerciello Rega