Politica

Beatrice Venezi replica a Morgan dopo la mancata nomina: "La tua visione sarà necessaria"

Asia Buconi|

beatrice venezi

La direttrice d’orchestra Beatrice Venezi, a seguito della nomina a consigliere speciale per la Musica da parte del ministro della Cultura Sangiuliano, ha dedicato parole di stima a Morgan, l’altro papabile candidato per quel ruolo uscito “sconfitto”. “Con Marco (Morgan, ndr) ci siamo scritti dei messaggi. Lui ha ironizzato sull’aver pianto per questa sua esclusione, ma io gli ho ribadito che la sua visione sarà necessaria nel percorso che stiamo per intraprendere, perché non c’è solo la musica classica, che è il mio ambito di lavoro, ma c’è anche altro, in cui lui può essere prezioso” ha detto Venezi al Corriere della Sera.

Una delle proposte a cui il nuovo consigliere speciale per la Musica Beatrice Venezi starebbe pensando di più è quella di istituire un albo per i critici musicali. La direttrice d’orchestra ha detto in merito: “Vedo che oggi chiunque sia dotato di uno smartphone si erge a critico. E certe ‘critiche’, chiamiamole così, possono esaltare o affossare un artista. Ecco perché penso a un albo dei critici professionisti. Nella mia visione mi spingo oltre: non solo per la musica, ma per la critica tout court. Penso che ci sia bisogno di inquadrare meglio i ruoli”.

Poi, la dirrettrice d’orchestra filo-meloniana ha aggiunto: “In Italia c’è troppa esterofilia. Cantanti, musicisti, direttori d’orchestra di altri Paesi riempiono i cartelloni. Per carità, il merito è merito e con questo non voglio dire di essere contraria ad ingaggiare professionisti non italiani. Ma penso che ci sia bisogno di sostenere anche i nostri. Non solo in Italia, ma anche quando si espongono all’estero, in contesti internazionali”.

Il messaggio di Morgan a Venezi dopo la mancata nomina

Dopo la mancata nomina e la “virata” su Venezi, Morgan aveva scritto alla direttrice d’orchestra: “Ciao Beatrice, voglio abbracciarti per congratularmi e piangere una sconfitta, la tristezza mi ha stretto il cuore da che ho appreso la notizia della tua nomina e ho provato umiliazione. Dopo non più di un’ora mi è tornata la lucida e umana coscienza che tu meriti quel che hai ricevuto e che sei una grande risorsa musicale, la certezza che tu hai slancio energia finezza e maestria, doti tue che la musica oggi merita di ricevere. Ho sentito sempre la tua stima nei miei confronti e voglio dirti che sono a disposizione, anzi non vedo l’ora di poter realizzare imprese al tuo fianco, con la tua direzione e collaborazione, io ci sono. Ti auguro buon lavoro. Morgan”.