Fatti

La manifestazione per accogliere i rifugiati a Barcellona

barcellona rifugiati 2

Centinaia di migliaia di persone hanno manifestato ieri a Barcellona per chiedere al governo spagnolo di accogliere più rifugiati dalla Siria e dalle altre aree di crisi. Secondo le autorità locali almeno 160mila persone hanno risposto all’appello di “Casa nostra, casa vostra“, il gruppo che ha convocato la manifestazione sotto lo slogan: “basta scuse, noi li accogliamo ora!”. Secondo l’accordo raggiunto un anno e mezzo fa tra i Paesi della Ue, la Spagna si era impegnata ad accogliere 17mila rifugiati, ma di fatto – secondo quanto riporta El Pais – ne ha accettati poco più di 700. In Catalogna sono stati occupati un terzo dei 1250 posti che erano stati messi a disposizione dei rifugiati.

La manifestazione per accogliere i rifugiati a Barcellona

La giornata è culminata con una coreografia realizzata dal celebre gruppo teatrale Fura dels Baus. La piattaforma alla base della «giornata rivendicativa» fissa anche una cifra di stranieri da accogliere in Catalogna «almeno 4.500» persone, cioè quasi il triplo dei posti programmati. Al manifesto di convocazione della marcia hanno aderito oltre 70 mila persone.
barcellona rifugiati 1
La sindaca di Barcellona Ada Colau in un’intervista alla Stampa aveva spiegato che questa non è una battaglia impopolare, «I miei concittadini non solo capiscono, ma mi chiedono sforzi ulteriori. Vedere i bambini morire in mare, mentre le mafie si arricchiscono, non è sopportabile. A Barcellona, come in altre città spagnole, siamo pronti ad accogliere in maniera ordinata le persone che scappano dalla guerra. Gli Stati sono lenti e pavidi, le città, al contrario, sono i luoghi dove le cose si risolvono in maniera concreta».

Leggi sull’argomento: Cosa si può imparare dalle sindache di Madrid e Barcellona