Economia

Austerity contro flessibilità, le formazioni del derby

cartina europa austerity

Il Sole 24 Ore pubblica oggi questa infografica che divide l’Unione Europea in alfieri della flessibilità contro portabandiera dell’Austerity:
austerity flessibilità
Nel dettaglio, vediamo che il Fronte del Nord (Germania, Austria, Olanda, Estonia, Lettonia, Finlandia) è numericamente meno consistente di Italia, Portogallo, Spagna, Grecia, Cipro, Malta. Ma i conti non sono dalla parte di chi combatte l’austerity. E infatti basta leggere la Stampa di oggi per vedere che quello che chiamiamo schieramento, in realtà, non lo è:
Roma non seguirà Parigi nell’infrazione unilaterale delle regole comunitarie: «Noi rispetteremo il vincolo del 3 per cento», ha confidato e ripeterà lo stesso concetto oggi a Londra. Ma l’aspetto più importante della posizione di Renzi è un altro: informalmente palazzo Chigi rigetta qualsiasi parallelismo tra Italia e Francia,per la semplice ragione, argomenta in privato il presidente del Consiglio, che «i due Paesi nella crisi stanno avendo un approccio diverso, sia nella capacità riformatrice sia nella tenuta dei conti pubblici».
Non c’è nemmeno il fischio d’inizio, il derby non si giocherà.

Leggi sull’argomento: Se la Francia prova a mollare l’austerity