Economia

Assegno unico per i figli e bonus bebè nel 2021

3 miliardi di euro per l’assegno universale per i figli attivo dal prossimo luglio 2021. Ma a sopresa rimane anche il bonus bebè

assegno unico per i figli 2021 bonus bebè

3 miliardi di euro per l’assegno universale per i figli attivo dal prossimo luglio nella bozza delle tabelle sulle risorse della Legge di Bilancio. Le risorse complessive della riforma fiscale salgono poi a 8 miliardi di euro nel 2022, dei quali 5,5 miliardi per finanziare l’assegno unico e 2,5 per la riforma del fisco. Ma, a sorpresa rimane anche il bonus bebè: il bonus (calcolato in base all’Isee e per un importo minimo di 960 euro annui) verrà riconosciuto a tutti i bambini nati o adottati da primo gennaio al 31 dicembre 2021. L’onere è valutato in 340 milioni di euro per il 2021 e in 400 milioni di euro per il 2022. Spiega il Corriere:

Arriva l’assegno unico per i figli, che assorbe tutte le misure a sostegno della natalità e, come previsto, partirà dal primo luglio. Ma resta anche il cosiddetto bonus bebè, l’assegno mensile introdotto nel 2014 che viene versato ai genitori fino a quando il figlio compie un anno e ha un importo variabile a seconda dell’Isee, l’indicatore che misura redditoepatrimonio. E questa invece è una sorpresa, perché l’assegno unico dovrebbe assorbire tutti gli strumenti messi in campo per sostenere chi (nonostante tutto) continua a fare figli. Ma il doppio binario era l’unico modo per non penalizzare i nati nei primi sei mesi del prossimo anno, in buona parte figli della prima ondata, che altrimenti sarebbero arrivati troppo presto per l’assegno unico e troppo tardi per il bonus bebè. Per rimanere in tema anche per il prossimo anno ci saranno sette giorni di paternità obbligatoria. Una conferma rispetto a quest’anno anche se si era ipotizzato un periodo più lungo.