Attualità

La storia delle anziane russe che distruggono un iPad con il calcio di una pistola | VIDEO

@neXt quotidiano|

Anziane russe distruggono iPad

Da quando molte aziende internazionali hanno deciso di interrompere i rapporti commerciali con Mosca e sospendendo le vendite dei loro prodotti in Russia, moltissime persona hanno deciso di protestare in modo piuttosto colorito. Alcuni hanno rotto i propri smartphone prodotti negli Stati Uniti, alcune influencer hanno deciso di mostrare al mondo social la distruzione (con tanto di forbici) di borse, vestiti e accessori vari (come nel caso Chanel, dopo che l’azienda ha deciso di bloccare le vendite nel Paese). E ora è diventato virale un video che mostra un gruppetto di anziane donne russe che distruggono un iPad. Sembra essere attualissimo, ma non è così.

Anziane russe distruggono iPad con una pistola estratta da una borsa

Un frammento di questo video è stato trasmesso dal TG1. All’inizio si vede una signora anziana, la più arrabbiata tra le presenti, prendere il tablet prodotto da Apple (che ha interrotto i rapporti commerciali con la Russia allo scoppio dell’invasione dell’Ucraina) e scaraventarlo a terra. Ma la scocca dell’Ipad ha resistito all’urto, non mostrando alcun segno di rottura (almeno in superficie). Allora la stessa anziana si rivolge a una donna al suo fianco chiedendole un oggetto per proseguire nella distruzione del dispositivo.

Ed è lì che a sorpresa la donna estrae dalla sua borsetta rosa una pistola. Poi la passa alla sua “amica” che la prende per la canna e inizia a utilizzarla, a mo’ di martello, per infrangere il display dell’iPad. Alla fine la missione è stata compiuta: sotto il peso del calcio di quell’arma, il vetro del tablet si frantuma. Giusto il tempo del video, poi la donna passa nuovamente la pistola alla sua vicina che la rimette in borsa.

A quando risale il video

Un video diventato virale, ma non è così. Come spiegato da Giornalettismo, il filmato risale all’anno 2018 e nella sua versione integrale (visibile su Youtube) si vede quel gruppo di anziane russe distruggono iPad con una pistola. E non solo. Bruciano anche molti altri prodotti. Perché lo stavano facendo? Per protestare contro le sanzioni americane contro la Russia. Insomma, quattro anni dopo (anche se ora c’è una guerra) la reazione alle sanzioni è sempre la stessa. Ma questo filmato, trasmesso anche dal Tg1, non è attuale.

(foto e video: da Tg1, Rai)