La macchina del funky

Anche Alba Dorata vuole restare nell’euro

Ormai è rimasto solo Fassina a dire il contrario. Alba Dorata invece dice che per la Grecia è meglio restare nell’euro. Artemis Matthaiopoulos, parlamentare dei nazisti dell’Illinois greci, 31 anni, è uno dei 17 deputati del partito, eletti nonostante i candidati fossero tutti in prigione o agli arresti domiciliari. Settanta membri di Alba Dorata sono sotto processo. L’accusa è istigazione a delinquere e banda armata per l’omicidio di un rapper. Matthaiopoulos è stato un mese e mezzo in prigione e ora, in attesa delle udienze in maggio, ha solo il divieto di espatrio. E in un’intervista rilasciata ad Andrea Nicastro del Corriere della Sera fa sapere che per la Grecia è molto meglio restare nell’euro che uscirne, anche se le sue parole sono piuttosto contraddittorie sul punto:

Veniamo all’euro. Meglio fuori o dentro?
«Dentro».
Perché?
«Abbiamo già pagato a caro prezzo l’ingresso. Sarebbe assurdo pagare anche l’uscita».
Allora fa bene la sinistra al governo a trattare con l’Eurogruppo?
«Syriza sta tradendo il Paese. Non doveva andare a Bruxelles. Il ricatto dei creditori è inaccettabile, non si compromette così la sovranità nazionale. Le riforme che hanno imposto in passato e pretendono di imporre oggi vanno contro il bene del popolo e del Paese. Il vantaggio è solo per le banche e la grande finanza».
Quindi?
«Non dobbiamo restituire più nulla. Mi spiace per i cittadini degli altri Paesi europei, ma sono stati i loro governi a mettersi al servizio del libero mercato, della concorrenza, del neo liberismo e della plutocrazia. Tutti assieme, noi cittadini d’Europa, dovremmo liberarci da questa classe politica».

cosa succede alla grecia se esce dall'euro
Cosa succede alla Grecia se esce dall’euro (La Repubblica, 10 febbraio 2015)

Leggi sull’argomento: Gli eurocrati hanno la faccia come il culo