Opinioni

Alessia Morani aggredita fuori dalla Camera

alessia morani aggredita

L’onorevole del Partito Democratico Alessia Morani ha dichiarato di essere stata vittima di un’aggressione da parte di un attivista del MoVimento 5 Stelle a Montecitorio, dove i grillini manifestavano per il voto sul DDL Lombardi. La stessa Morani ha detto di stare bene e che è intervenuto un carabiniere per salvaguardare la sua sicurezza.
alessia morani aggredita
Poco prima la Morani sempre su Twitter non si era risparmiata nella polemica con i 5 Stelle, postando una fotografia di piazza Monte Citorio dall’alto che mostrava l’esiguità dei numeri della manifestazione dei grillini e ironizzando sul complotto dei frigoriferi evocato stamattina da Virginia Raggi.
alessia morani aggredita-1
In mattinata il M5S aveva annunciato una querela contro la stessa Morani. “La Morani mente 18 milioni di volte. Oggi la parlamentare del Pd, intervenendo nella trasmissione pubblica Agorà, ha nuovamente diffamato e leso, dopo averlo già fatto anche nella giornata di ieri alla Camera dei deputati, la reputazione di tutti gli eletti in Parlamento del M5S. Ha mentito dichiarando che i portavoce M5S arrivano ‘a prendere 11 mila euro al mese, che non si sono dimezzati, nè l’indennità nè lo stipendio e che sono diventati la casta”, si leggeva in un post M5S pubblicato sul blog di Beppe Grillo. “Le espressioni utilizzate dalla parlamentare del Pd sono solo menzogne e non corrispondono alla verità dei fatti. Gli eletti in Parlamento del M5S , si sono tagliati lo stipendio a 5.000 euro lordi (circa 3.000 euro netti), hanno rinunciato e restituiscono le indennità di carica e rendicontano le loro spese restituendo quanto non speso. E’ tutto controllabile su www.tirendiconto.it.”. “I parlamentari del Pd non possono permettersi di dimezzarsi lo stipendio, perché devono versarne una parte al loro partito. Lo ha dichiarato il senatore Mineo e l’ha ripetuto Alessia Morani questa mattina in diretta. È una vera e propria compravendita di seggi, di cui abbiamo chiesto conto al presidenti del Senato Grasso e alla presidente della Camera Boldrini a marzo”. La Morani aveva risposto sempre su Twitter: “M5S mi querela? Caro Beppe Grillo, che sei qui in tribuna, ci vediamo in tribunale, sarà un piacere. La verità vi fa male”.