Opinioni

Alessandro Ferro: il sindaco a 5 Stelle che non sa perché è indagato

Alessandro Ferro, sindaco di Chioggia del MoVimento 5 Stelle, ha pubblicato su Facebook un post in cui annuncia di essere indagato per abuso d’ufficio. Dice di averlo pubblicato in nome della trasparenza ma sostiene (il che è possibile) di non sapere per cosa è indagato. In effetti, avendo ricevuto soltanto una richiesta di proroga d’indagini è possibile che non siano illustrate le accuse nei confronti di Alessandro Ferro.
alessandro ferro chioggia
Tuttavia è facilmente intuibile a cosa si riferisca la proroga d’indagine. Tutto parte da Ultima Spiaggia, uno stabilimento balneare gestito da una società di cui Ferro era socio di capitale che era stato affidato senza gara pubblica nel 2014, quando non era ancora sindaco. Una società concorrente, la Chiara SRL, ha fatto ricorso al TAR contro la decisione e ha vinto prima davanti al tribunale amministrativo regionale e poi davanti al Consiglio di Stato. Il Comune di Chioggia però non ha mai messo a gara la spiaggia. All’epoca, racconta La Nuova Venezia, sulla vicenda, presentarono un esposto dei consiglieri di opposizione, Barbara Penzo e Jonatan Montanariello (Pd), Marco Dolfin (Lega) e Beniamino Boscolo (Fi). «Un semplice elenco di fatti da chiarire», dice oggi Penzo. Quindi diversi elementi concorrono a identificare quella vicenda come «l’abuso d’ufficio» di cui parla Ferro. Il GIP potrebbe non concedere la proroga d’indagine: a quel punto la procura dovrà decidere se chiedere o meno il rinvio a giudizio o archiviare tutto.