La macchina del funky

Alessandra Mussolini: «Allusioni sessuali? Chi, io?»

«Allusioni sessuali sulla De Girolamo? Chi, io? Ma quando mai»: Alessandra Mussolini cade dal pero, il giorno dopo la polemica su Nunzia che l’ha vista trovarsi contro tutto l’NCD ma anche tanta gente in Forza Italia. E al Corriere della Sera fa sapere che non intendeva in alcun modo sporcare la reputazione dell’ex ministra dell’Agricoltura, anzi: abbiamo capito male tutti, lei ce l’aveva con i traditori.

De Girolamo diventò deputata nel 2008 con il Popolo della libertà di Berlusconi, le allusioni sessuali si devono intendere su Berlusconi… Mussolini risponde: «Allusioni sessuali? Chi,io? Quando mai!». E allora? Come è diventata deputata Nunzia De Girolamo? «Ogni deputato sa come è diventato deputato. Cominciamo a dire la verità. La vita è così, la storia delle persone è questa». Cosa ha fatto De Girolamo? «Berlusconiana prima. Antiberlusconiana dopo, nel momento più difficile per Berlusconi».
Restò con Alfano nel governo Letta quando Berlusconi decise che non era più tempo di larghe intese. «Già, Alfano e Lorenzin, Lupi, Quagliariello e De Girolamo, si fecero salvatori della patria, tenendosi stretti i ministeri. Hanno girato le spalle a Berlusconi per non mollare le poltrone! E a Berlusconi dovevan omolto». Torniamo sempre sulle allusioni, signora Mussolini. «Io non alludo. Nelle mie parole c ’è quello che c’è. Parlo alla mia gente e la mia gente, dai messaggi che arrivano, mi ha capito e mi ha apprezzato». Lei continua a dire e a non dire. «Si interroghino coloro che hanno fatto carriera tradendo».

Sarà. Intanto ieri per la Mussolini è stata una brutta serata anche su Twitter:


.

Leggi sull’argomento: Le allusioni di Alessandra Mussolini su Nunzia De Girolamo