Politica

La ministra Bernini cita Ambra Angiolini per il suo giuramento come ministra | VIDEO

Asia Buconi|

bernini giuramento

La formalità e l’altisonanza della Cerimonia del Giuramento del nuovo Governo, tenutasi oggi alle 10 al Quirinale, è stata smorzata alla grande da una parentesi trash tutta social che ha visto per protagonista la nuova ministra dell’Università e della ricerca Anna Maria Bernini. La forzista, proprio come tutti gli altri ministri della squadra di Governo voluta da Meloni, ha giurato stamane di fronte al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella recitando la formula di rito: “Giuro di essere fedele alla Repubblica, di osservarne lealmente la Costituzione e le leggi e di esercitare le mie funzioni nell’interesse esclusivo della Nazione”.

Ma a far sorridere sono state alcune storie pubblicate su Instagram da Bernini (o da chi per lei) nelle quali, tra le altre cose, è stato immortalato pure il momento in cui la neo-ministra di Forza Italia, in tailleur nero e camicia bianca, si alza dalla sedia per dirigersi verso il presidente della Repubblica e leggere la formula di rito. Nel video, l’esilarante “aggiunta”: la hit “T’appartengo” di Ambra Angiolini con cuore tricolore in primo piano e l’eloquente scritta (particolarmente calzante dato il momento) “Adesso giura”.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Selvaggia Lucarelli (@selvaggialucarelli)

Le storie sul giuramento della neo-ministra dell’Università Anna Maria Bernini

Ma non è finita qui. Bernini, in verità, ha immortalato ogni momento del “rituale” del giuramento. Dall’ingresso al Quirinale, per cui ha scelto la canzone delle principesse Disney “Un nuovo inizio” ed “Emozioni” di Lucio Battisti, fino all’entrata nella residenza del Capo di Stato con “Vado al massimo” di Vasco Rossi e “Il meglio deve ancora venire” di Ligabue. Poi, alla fine della Cerimonia, è il turno de “La Cura” di Battiato e “Ogni istante” di Elisa.

E non si è fatta attendere l’ironia social, con gli utenti che hanno commentato le scelte musicali di Bernini per la Cerimonia del giuramento con un certo stupore: “Cos’è la Milano fashion week?” scrive un ragazzo e un altro gli fa eco “Ministro dell’Università e della Ricerca? Fa già ridere così”. Quel che è certo è che con le storie di Bernini la realtà ha già superato (e di molto) la fantasia.