Sport

A Wembley è storia, l’Italia vince l’Europeo ai calci di rigore contro l’Inghilterra padrona di casa

L’italia scrive la storia e vince il suo secondo europeo in casa: l’Inghilterra sbaglia l’ultimo calcio di rigore, para Donnarumma

Italia Roberto Mancini Europei 2021 Euro2020

A Wembley l’Italia di Roberto Mancini scende in campo con la sua formazione tipo: Donnarumma; Di Lorenzo, Bonucci, Chiellini, Emerson; Barella, Jorginho, Verratti; Chiesa, Immobile, Insigne. Southgate si copre e comincia la gara con il 3-4-3:  Pickford; Walker, Maguire, Stones; Trippier, Phillips, Rice, Shaw; Mount, Sterling; Kane.

Bastano due minuti ai padroni di casa nel primo tempo per sbloccare il risultato, è l’esterno Luke Shaw a battere Gigio Donnarumma dopo il cambio di gioco di Sterling. Male la copertura di Di Lorenzo che perde il terzino britannico. Gli italiani ci mettono quaranta minuti a riprendersi, solo un tiro di Chiesa un paio di metri fuori dalla porta da registrare alla voce attacchi azzurri. La prima metà di gioco restituisce un’Italia sulle gambe, il centrocampo non argina le giocare di Kane autore di una buona prima frazione di gioco più in fase di costruzione che di realizzazione. Incolore la prestazione dei tre giocatori esplosi negli anni di Pescara. Insigne non indovina la giocata, Verratti è marcato uomo mentre Immobile da vita all’ennesima prestazione incolore di questo suo Europeo. Anche i nostri avversari non si dilettano in grandi azioni offensive, molto palleggio e poche azioni incisive.

A Wembley è storia, l’Italia vince l’Europeo ai calci di rigore contro l’Inghilterra padrona di casa. Nei tempi regolamentari in rete Bonucci e Shaw

Nel secondo tempo l’Italia torna in campo con piglio diverso. Non troppa qualità, ma la prova di carattere degli azzurri è di alto profilo. Poche azioni pericolose e tutte condotte da Chiesa. Il laterale bianconero alza i giri del motore e comincia ad impensierire la porta di Pickford. Al 67esimo minuto su sviluppo di calcio d’angolo gli azzurri agguantano il pareggio. Mischia in area, Verratti colpisce di testa colpendo il palo ma sulla ribattuta si avventa Leonardo Bonucci. Anche dopo il pareggio il match non si infiamma. I tempi regolamentare si chiudono sul risultato di 1-1.

Nell’Europeo dei supplementaeri, la finale non poteva che arrivare fino al 120esimo minuto. E anche quello non è bastato. Come in semifinale, sono stati i caldi di rigore a decidere il vincitore tra le due squadre. E questa volta, lì dove non arriva Jorginho arriva Gigio Donnarumma che para il rigore di Sakha ultimo a tirare tra i padroni di casa.