Economia

I 24mila posti letto spariti dagli ospedali

Raphael Zanotti sulla Stampa di oggi racconta l’emorragia di posti letto negli ospedali delle regioni italiane, già testimoniata dai presidi sanitari che chiudono e dagli ospedali di provincia che vengono accorpati: i posti letto diminuiti in cinque anni sono in totale 24.155 in cinque anni secondo i dati del ministero della Salute: un taglio del dieci per cento totale.

Ci sono comuni desertificati, come Praia a mare, in provincia di Cosenza, passata dai 115 posti letto del 2010 ai 10 del 2014. E province che hanno perso oltre un terzo della loro capacità ricettiva: Isernia -37,23 per cento e Cosenza -35,14 per cento. Nessuna regione si è salvata dalla sforbiciata. E anche nelle province non è andata meglio, solo 6 su 110 hanno visto aumentare i loro posti letto. Così accade che mentre nel 2010 ognuno di noi doveva «condividere» il posto letto in una qualunque struttura sanitaria con altre 247 persone, nel 2014 in quel letto ci sono saltate altre 27 persone. Le cittadelle della salute si sono ristrette.

24mila posti letto spariti
I posti-letto cancellati dagli ospedali (La Stampa, 6 ottobre 2016)