Politica

Ma Zaia che vuole riaprire gli asili nido è lo stesso che dice che negare il Coronavirus è come negare la Shoah?

Il presidente della Regione Veneto vuole pubblicare un’ordinanza per riaprire le strutture nonostante questo sia in netto contrasto con le direttive del governo.«Spero si risolva la partita “0-3” e dei centri estivi. Sono nel limbo, abbiamo approvato le linee guida, ma dal governo non c’è stata nessuna approvazione»

luca zaia coronavirus artificiale montagnier

Per la prima volta in 93 giorni il Veneto non ha avuto morti da coronavirus. Il bollettino delle ore 17 diffuso ieri dalla Regione nella colonna “deceduti” era fermo a 1.921. Lo stesso numero del bollettino serale del primo giugno. Non succedeva da più di tre mesi. Ma proprio oggi Luca Zaia è intenzionato ad andare alla guerra con il governo non solo sui trasporti regionali, ma anche sugli asili nido da riaprire.

Ma Zaia che vuole riaprire gli asili nido è lo stesso che dice che negare il Coronavirus è come negare la Shoah?

Il Gazzettino infatti racconta oggi che il presidente della Regione Veneto vuole pubblicare un’ordinanza per riaprire le strutture nonostante questo sia in netto contrasto con le direttive del governo.«Spero si risolva la partita “0-3” e dei centri estivi. Sono nel limbo, abbiamo approvato le linee guida, ma dal governo non c’è stata nessuna approvazione», ha detto Zaia riferendosi agli asili nido. Finora, i ministeri hanno dato il via libera solo alle attività per i più grandi, per la precisione dai 3 ai 17 anni e anche se le linee guida per i più piccoli sono pronte, ancora non c’è stata una risposta da Roma. «Non possiamo aspettare all’infinito – ha detto Zaia – Cercheremo di andare in soccorso delle famiglie, rischiando non poco». In realtà quello che il governatore rischia al massimo è che il governo si rivolga al TAR e faccia annullare la sua ordinanza. Consentendogli comunque di fare bella figura con i suoi concittadini (“Io ci ho provato ma da Roma hanno detto no”) alla vigilia delle elezioni regionali.

ordinanza zaia asili nido veneto

Il punto è che non si capisce se questo Luca Zaia sia lo stesso Luca Zaia che un paio di giorni fa ad Agorà diceva che ″È pieno di terrapiattisti, di gente che nega la Shoah. Io dico che bisognerebbe fare una legge severa contro chi nega l’evidenza”. A parlare è il presidente della Regione Veneto Luca Zaia che, durante la trasmissione Agorà di Rai 3, ha risposto a una domanda su chi sostiene che il Covid-19 non esiste. “Non possiamo pensare che chiunque possa diffamare”, ha sottolineato Zaia secondo il quale ci sono “teorie che vanno oltre la realtà”. Perché se ci sono scemi che si comportano come se nulla fosse accaduto e sono cittadini comuni, è un problema. Se di mestiere fanno i presidenti di Regione, è un problema peggiore.

Leggi anche: La genialata di Zaia che vuole togliere il limite di posti nei trasporti pubblici in Veneto