Fatti

Zaia ha detto che il Veneto è la Regione che vaccina di più. Ma non è vero

Lo ha rivendicato intervenendo a Piazza Pulita, rispondendo alle domande di Corrado Formigli. Ma i numeri dicono altro.

zaia

Luca Zaia, governatore del Veneto in quota Lega. E anche lui come il collega della Lombardia Attilio Fontana va in giro a dire che la propria regione è quella che vaccina di più. Sarà una gara leghista, o semplicemente un appunto che vogliono fare ogni tanto, ma comunque ci tengono a sottolinearlo, forse per sembrare più bravi di altri. Ma la realtà è un’altra, e la si scopre andando a spulciare il sito del governo aggiornato giorno per giorno. I dati parlano, e lo fanno abbastanza chiaramente. La Regione che ha vaccinato di più in termini assoluti è la Lombardia con 1.881.776 di dosi somministrate, e – su questo – Attilio Fontana ha ragione. Ma, c’è un ma: se è vero che ora sta cercando di correre più velocemente, la Lombardia è nella seconda metà della classifica delle regioni nel rapporto tra le dosi somministrate e quelle ricevute. E, in questo caso, la regione di Fontana è ferma al 74,4 per cento, la sesta peggiore d’Italia insieme all’Abruzzo. Percentuale questa molto più bassa di quella de Veneto, che invece nel rapporto è piazzata bene.

Le vaccinazioni in Veneto

Il Veneto è la terza regione che vaccina di più in Italia in termini assoluti, dopo la Lombardia e il Lazio. La regione amministrata da Luca Zaia ha infatti ricevuto fino a oggi 1.265.870 dosi di vaccino, e ne ha somministrate 1.059.733. Che – se si fanno due calcoli – si scopre che significa che sono state inoculate l’83,7 per cento delle dosi. E quindi, non è la prima né nel rapporto tra fiale ricevute e somministrate, né prima nel numero in assoluto. E allora la domanda sorge spontanea: a cosa si riferiva il presidente della regione Veneto Luca Zaia quando in diretta a Piazza Pulita – rispondendo alle domande di Corrado Formigli – ha affermato che loro son quelli che vaccinano di più?