Fatti

Vincenzo De Luca può governare: accolto il ricorso

È stato accolto dal Tribunale di Napoli il ricorso d’urgenza presentato da Vincenzo De Luca, eletto governatore della Campania e sospeso per effetto della Legge Severino. Ora De Luca potrà partecipare al primo Consiglio – che era stato rinviato – e nominare la nuova Giunta. Il Tribunale dovrà poi decidere nel merito della vicenda. Il tribunale civile di Napoli ha accolto il ricorso d’urgenza presentato da Vincenzo De Luca e ha sospeso la sospensione dalla carica per effetto della legge Severino. De Luca puo’ cosi’ insediarsi e formare la sua giunta. Il ricorso ordinario, incardinato alla prima sezione, sara’ invece discusso il prossimo 20 novembre.
 
VINCENZO DE LUCA PUÒ GOVERNARE 
Ieri il Tribunale amministrativo regionale della Campania ha rigettato la richiesta dei consiglieri regionali del M5s di accertare d’urgenza “il mancato funzionamento dell’organo regionale della Campania in conseguenza dell’impedimento di De Luca”, e ha deciso che la vicenda verrà analizzata nel merito nel corso di una udienza fissata, dinanzi alla prima sezione dello stesso tribunale amministrativo, per il prossimo 29 luglio. Per De Luca, intervenendo a ‘Radio anch’io’ 1, la legge Severino colpisce solo i sindaci e garantisce i parlamentari’ ”Il Parlamento – ha ammonito – dovrebbe fare autotocritica”, ed il premier Renzi ha preso una decisione comprensibile che “che non è quella che avrei preso io, ma io comprendo completamente Renzi”. “Capisco le sue motivazioni, – ha aggiunto – in questo clima di opinione pubblica frastornata e anche indignata era difficile fare diversamente. Se avesse fatta qualunque altra scelta si sarebbe scatenata una campagna di aggressione politico mediatica centrata sulla contestazione delle leggi ad personam: rispondo ‘questo è un capovolgimento della realtà'”

Leggi sull’argomento: Perché Vincenzo De Luca è un candidato illegale