Attualità

«Perché mi fate questo?», il video in lacrime di Aboubakar Soumahoro | VIDEO

neXt quotidiano|

Aboubakar Soumahoro

Il deputato dell’alleanza Sinistra Italiana-Verdi Aboubakar Soumahoro ha pubblicato un video sul suo account Instagram in cui risponde in lacrime agli attacchi e alle critiche ricevuti negli ultimi giorni per via dell’indagine su due cooperative gestite anche da sua suocera, Marie Terese Mukamitsindo. Prima di diventare deputato, Soumahoro era già noto per il suo attivismo e per le lotte contro il razzismo e per i diritti dei braccianti agricoli. All’inizio del video dice infatti: «È da una vita che sto lottando per i diritti delle persone» e si chiede cosa abbia fatto per meritarsi queste critiche soprattutto dopo essersi impegnato per difendere i diritti di molte persone.

Le indagini sulle due cooperative gestite anche dalla suocera e dalla moglie di Aboubakar Soumahoro

La procura di Latina ha aperto un’indagine su due cooperative, Karibu e Consorzio Aid, che si occupano dell’accoglienza e di offrire vari servizi alle persone migranti. Nella gestione delle cooperative sono coinvolte anche la suocera e Liliane Murekatete, moglie di Soumahoro. Alcuni presunti mancati pagamenti degli stipendi di alcune persone migranti che lavoravano per conto delle cooperative avrebbe portato all’apertura dell’indagine. Soumahoro aveva scritto sui suoi account social di non essere «né indagato né coinvolto in nessuna indagine».

Nel video non è chiaro a chi si rivolga Soumahoro quando dice cosecome «Voi mi volete morto», «Voi mi volete distruggere», «Voi mi disprezzate, mi odiate, e io vado fiero di questo vostro odio». Probabilmente si rivolge alle persone che stanno cercando di infangare la sua immagine, come scrive in alcuni post sui social, e continua dicendo che la «montagna di fango», riferendosi forse alle critiche che gli sono state mosse, «non seppellirà» le sue idee né ostacolerà le sue lotte e il suo lavoro di deputato. Soumahoro aggiunge che sarebbe il primo a lottare per i diritti dei dipendenti delle cooperative gestite anche da sua moglie e sua suocera qualora dovesse essere accertato che questi diritti o la loro dignità in quanto lavoratori non sono stati rispettati.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Aboubakar Soumahoro (@aboubakar_soum)