Attualità

Il video dell'Arno in piena a Firenze

video arno firenze

È rientrato stamattina l’allarme per la piena dell’Arno, in particolare a Firenze. Le piogge sono cessate e i livelli idrometrici del fiume sono in discesa. Nella notte è transitata, senza creare criticità, la seconda piena che ha raggiunto all’idrometro degli Uffizi 3.84 metri alle ore 2:45. Un video di Controradio Firenze mostra alcune immagini del fiume in piena girate ieri. A due giorni dalle celebrazioni per ricordare l’alluvione del 1966, a Firenze l’Arno è tornato a fare paura. Agli Uffizi, alle 15,30, per le piogge cadute incessantemente dalla notte, il fiume ha raggiunto i quattro metri, superando così la prima soglia di attenzione dei tre metri. Per poter consentire l’esaurirsi dell’onda di piena, il ponte Amerigo Vespucci, in pieno centro della città, per precauzione, è stato chiuso al traffico. Chiuso dalla mattina anche il lungarno Serristori, per permettere ai vigili del fuoco la rimozione dei container che erano serviti al ripristino del lungarno Torrigiani, finito sotto l’acqua il 25 maggio scorso e riaperto il 4 novembre. Recuperata, con l’aiuto dei sommozzatori, anche un’auto, finita nell’acqua perché parcheggiata sulla rampa d’accesso della società canottieri, sotto la Galleria degli Uffizi. Fuori città, in località Nave a Rosano, l’Arno nel pomeriggio ha superato anche la seconda soglia di attenzione, raggiungendo i 5,65 metri. La Regione Toscana ha provveduto ad attivare il servizio di piena: una sala di monitoraggio dell’andamento del fiume, da cui gli ufficiali idraulici controllano costantemente le due sponde del fiume, in continuo collegamento con la Protezione civile, pronti a intervenire in caso di anomalie.

‘Sorvegliato’ anche da un gran numero di persone accorse lungo le spallette del fiume per verificare la situazione, nel pomeriggio, poco prima delle 18, l’Arno è quindi sceso agli Uffizi a 3,78 metri, ma la situazione continua a rimanere sotto controllo anche perché continua a piovere. Il Comune di Firenze in serata ha comunicato che il ponte Vespucci resterà chiuso fino a domani mattina dopo le 8,30. “Dobbiamo continuare a mantenere alto il livello di allerta perché le piogge stanno continuando”, ha spiegato il sindaco di Firenze, Dario Nardella, che nel pomeriggio ha compiuto un sopralluogo sul lungarno. Il maltempo ha provocato allagamenti, frane ed esondazioni in diverse zone della Toscana. A Siena è stata evacuata una residenza universitaria ed è stata chiusa la torre del Mangia, molti gli interventi dei vigili del fuoco anche in altre province, a Massa, Lucca, Arezzo. Esondato il torrente Ambra. Nell’empolese è crollato un muro, sgretolandosi sul manto stradale.

Leggi sull’argomento: I video del tornado a Cesano