Fatti

Ventimiglia, straniero preso a sprangate, calci e pugni in pieno giorno | VIDEO

L’aggressione, secondo le prime ricostruzioni, dopo una lite all’interno di un supermercato

“Lo ammazza”. “Lo sta ammazzando”. “Scendete, aiutatelo che lo stanno ammazzando”. Queste le grida della donna che ha ripreso, con il suo smartphone, l’aggressione nel pieno centro di Ventimiglia. La vittima è un cittadino straniero, sui 30 anni, colpito al volto e al corpo da spranghe, tubi, calci e pugni da tre persone. I fatti sono avvenuti all’angolo tra via Roma e via Ruffini, quindi in una zona centralissima della cittadina ligure al confine con la Francia, alle spalle del palazzo del Comune. Ancora ignote le cause dell’aggressione e l’identità delle tre persone che hanno partecipato al pestaggio.

Ventimiglia, straniero preso a sprangate, calci e pugni in pieno giorno | VIDEO

Le immagini del filmato, acquisito dalle forze dell’ordine, mostra una violenza inaudita e sconsiderata da parte di tre persone. I primi due, con tubi e spranghe di ferro, lo colpiscono al volto e alla testa. Poi arriva anche una terza persona che – in collaborazione con gli altri due – prosegue il pestaggio a suon di calci e pugni, mentre il giovane è sdraiato a terra, quasi inerme. Poi l’intervento di altre due persone che fanno allontanare i tre aggressori, lasciando il ragazzo sdraiato.

Il 30enne straniero è stato poi soccorso e trasferito all’ospedale di Sanremo. I medici hanno riscontrato un forte trauma facciale e alcune lesioni agli arti superiori e inferiori. Sulle sue condizioni di salute non sono stati rilasciati altri dettagli, così come sulle sue generalità. La Polizia, incrociando il filmato diffuso sui social e le immagini delle telecamere di sicurezza della zona, ha individuato i tre aggressori che sono stati denunciati a piede libero: saranno accusati di lesioni aggravate dall’uso di corpi contundenti. I tre sono residenti a Ventimiglia e uno di essi ha anche dei precedenti. Non ci sono ancora ricostruzioni ufficiali, ma da quel che è trapelato si parla di una lite iniziata all’interno di un supermercato che poi è deflagrata con l’inseguimento in strada e tutta la violenza sfogata sul corpo dell’uomo. Una delle ipotesi è che tutto sia iniziato per il tentativo di furto di un cellulare. La posizione di una quarta persona che si vede alla fine del video è al vaglio degli inquirenti.

(foto e video: da canale Youtube Riviera24)