Fatti

Varriale non andrà in onda sulla Rai finché la sua vicenda non sarà chiarita

neXt quotidiano|

Enrico Varriale

Prima la denuncia, poi la misura cautelare del divieto di avvicinamento. Ora anche la Rai ha preso i primi “provvedimenti” nei confronti di Enrico Varriale. La televisione pubblica, infatti, ha deciso di sospendere dal video – quindi non apparirà più, almeno per il momento, alla conduzione o tra gli ospiti delle trasmissioni – il giornalista ex vice-direttore di RaiSport. La decisione è da intendersi come temporanea, almeno fino a che non sarà fatta piena luce attorno a questa vicenda.

Varriale non andrà in onda sulla Rai finché la sua vicenda non sarà chiarita

Come riporta AdnKronos, i vertici di viale Mazzini hanno preso questa decisione per difendere la reputazione della televisione pubblica e dello stesso giornalista. Tutto nasce dalla denuncia fatta ad agosto dall’ex compagna di Enrico Varriale. La donna ha parlato di una lite “per motivi di gelosia” che si è trasformata in una serie di violenze fisiche nei suoi confronti. Si parla di schiaffi, calci, strette al collo, insulti e altri colpi inferti al culmine di una discussione. E non solo. L’ex vice-direttore di RaiSport è accusato anche di stalking: appostamenti sotto l’abitazione della donna e citofonate all’alba.

Per questo motivo, a fine settembre, il giudice ha disposto il “divieto di avvicinamento a meno di 300 metri dai luoghi frequentati dalla persona offesa” e il divieto di comunicare con la donna, anche per interposta persona. Una decisione che ha fatto alzare l’attenzione anche all’interno delle stanze rinnovate dei vertici Rai che oggi hanno deciso di sospendere le apparizioni di Enrico Varriale. Lo stesso giornalista, subito dopo che la notizia è diventata di dominio pubblico, aveva negato qualsiasi addebito, dicendosi sorpreso per le accuse che gli sono state mosse e spiegando come lui non si sia mai reso protagonista di atteggiamenti di violenza né di atti persecutori nei confronti di nessuno. Neanche della sua ex compagna.

EDIT: Oggi Varriale in un’intervista a La Stampa smentisce la sospensione e spiega che la decisione di non andare in onda è stata presa in accordo con la Rai:

Non c’è stata nessuna sospensione e chi ne ha parlato e ha sbattuto il mostro in prima pagine ne risponderà nelle sedi opportune.Tutto è andato diversamente. In accordo con la direzione della mia testata e con i vertici dell’Azienda, abbiamo deciso che sarebbe stato più opportuno per me non seguire la partita del 10. Questo per non dar luogo a chiacchiere, equivoci, strumentalizzazioni e risvolti spiacevoli. A tutela della Rai e mia. Ripeto: una decisione presa di comune accordo. Nessuna sospensione e alcun provvedimento disciplinare

(Foto/IPP/Gioia Botteghi)