Fatti

Il focolaio di variante Delta a Piacenza

In due aziende del polo logistico nel Piacentino sono stati scoperti 24 casi di variante Delta: cosa si sa al momento

zone rosse variante delta torre del greco focolaio piacenza variante delta covid test tampone

Mentre l’Italia sembra aver dimenticato il COVID apprestandosi a far cadere uno degli ultimi baluardi storici nelle restrizioni adottate contro l’epidemia, l’obbligo di mascherina all’aperto, nel piacentino vengono scoperti in due aziende del polo logistico 24 casi di variante Delta.

Il focolaio di variante Delta tra Piacenza e Cremona

Cosa si sa la riguardo? L’Asl di Piacenza in sei giorni ha sequenziato, rintracciato e isolato 24 casi di variante Delta, la mutazione del virus del Covid originatasi in India. Tutti provengono dal polo logistico piacentino anche se non tutti lavoratori del polo. Lo riporta ‘La Libertà’, sottolineando che sono due le aziende coinvolte con 10 dipendenti infettati dalla variante Delta. Gli altri 14 sono amici, conoscenti o parenti stretti. Diversi positivi abitano nel Cremonese dove sono residenti e si spostano verso Piacenza utilizzando anche mezzi pubblici. Nessuno dei contagiati sarebbe vaccinato. Come riporta il Messaggero il il responsabile del dipartimento di Sanità pubblica, Marco Delledonne ha spiegato: «Abbiamo allargato il più possibile il cerchio tentando di individuare i possibili contatti dei contagiati in questi ultimi giorni, per fortuna, i tamponi non evidenziano più nuovi positivi e siamo abbastanza fiduciosi di essere riusciti a contenere il virus, grazie ad un’azione tempestiva».

Nessuna delle persone coinvolte nel focolaio di variante Delta nel piacentino presenta una sintomatologia grave. Inoltre, secondo quanto riferisce l’ATS Valpadana, nella citta di Cremona non è stato registrato alcun caso di variante Delta sebbene si stiano effettuando delle verifiche con l’Asl di Piacenza per avere dei riscontri. Nessun caso di variante Delta del coronavirus risulta al momento riscontrato nel Comune di Cremona dopo la vicenda dell’Asl di Piacenza che in sei giorni ha sequenziato, rintracciato e isolato 24 casi della mutazione del virus del Covid originatasi in India, con diversi positivi che abitano nel Cremonese. Ieri in tutto il Cremonese si sono registrati 5 positivi al coronavirus, di cui due casi nella città amministrata da Galimberti.

variante delta focolaio piacenza Vaccinazione Speranza
da Facebook

Proprio ieri sera il ministro della Salute Roberto Speranza, ospite della trasmissione Cartabianca su Rai 3, ha sottolineato come ci si aspetti un aumento di casi di variante Delta: “La variante delta va seguita con la massima attenzione, nell’ultima verifica fatta in Italia era solo l’1% dei casi ma ci aspettiamo che questo dato salirà perché è una variante più capace di diffondersi, la dobbiamo seguire con la massima attenzione”.