Fatti

Valeria Valente contestata a Napoli

valeria valente

Contestata a Napoli al corteo per il 25 aprile, con al centro il tema ‘Liberiamoci dalla camorra come ci siamo liberati dal nazifascismo’, la candidata sindaco del Pd Valeria Valente. La deputata Pd, contestata da alcuni esponenti dei centri sociali, ha abbandonato il corteo. “Addolorata e sconcertata per essere stata costretta ad abbandonare il corteo, per garantire che tutto potesse proseguire in maniera serena – ha commentato Valente in un post sul suo profilo Facebook – Il 25 aprile è una festa di tutti gli italiani, che in quel giorno riconquistarono la ‪#‎libertà‬ di poter esprimere le proprie idee. Oggi qualcuno ha impedito che questo accadesse, utilizzando metodi violenti”.

Valeria Valente contestata a Napoli

“Forse, anche per questo, la festa di oggi, che richiamerebbe ben altri livelli di partecipazione, rischia di vedere una presenza tanto scarsa – prosegue Valente – Metodi come quelli utilizzati da gruppi violenti, oltre a essere la negazione del valore più profondo del 25 aprile, rischiano di allontanare le persone. Noi non lo permetteremo. Ritorneremo in piazza per difendere questi valori e gli altri che continuano ad essere parte della nostra storia”. “Ringrazio i tanti amici e compagni, da quelli di Sinistra Ecologia Libertà ai tanti dirigenti e militanti della Cgil Napoli, che hanno immediatamente preso le distanze da tali comportamenti – conclude – esprimendo personalmente il loro rammarico. Viva il ‪#‎25Aprile‬! Viva l’Italia liberata e antifascista!”