Attualità

Vaccini per gli Under 19, tutte le regole: dosi anche a chi non si prenota

Arrivano i vaccini senza prenotazione (quasi ovunque) per gli under 19: regole diverse in quasi tutta Italia, obiettivo comune è però quello di aumentare i numeri dei vaccinati

vaccini giovani ragazzi senza prenotazione

Le vaccinazioni sono ormai aperte anche per gli under 19, e loro, i ragazzi, hanno il diritto di andare senza doversi preoccupare di una prenotazione. Quasi ovunque. Le regole non sono uguali tra regioni, ma in linea di massima l’obiettivo è quello di aprire ai più giovani. In loro è forte la voglia di prendere parte alla campagna vaccinale che tutti sognano possa restituirci una vita come era prima del Covid. O per lo meno, simile.

Vaccini per gli Under 19, tutte le regole: dosi anche a chi non si prenota. Le differenza tra le regioni

La campagna in Puglia è a regime, i giovani sono stati tutti chiamati e l’Università di Bari ha consentito a tutti i suoi studenti di potersi vaccinare dove vogliono e quando vogliono. Stesso dicasi per la Camapania, lì per i giovani le strade sono aperte da più di un mese e mezzo. In Lombardia regole diverse, prenotazione necessaria: lo ha deciso Fontana.

Il Lazio rimane a metà del guado. Alcuni hub hanno attivato la corsia preferenziale per gli adolescenti ma non tutti. Quindi prima di accompagnare un teenager a fare il vaccino occorre accertarsi che sia stata attivata la possibilità di presentarsi senza prenotazione. La Liguria rilancia la formula degli open day, sulla costa savonese prevista anche la prima open night italiana in discoteca con musica, cocktail e vaccino. In Friuli esistono le corsie preferenziali, però l’amministrazione sanitaria ha fatto sapere di preferire le prenotazioni.